mercoledì 19 Gennaio 2022
7.6 C
Venezia

Vaccino AstraZeneca: ok dell’Aifa. Il dubbio: “Magari non darlo a chi ha più di 55 anni”

Homevaccino anti-covidVaccino AstraZeneca: ok dell'Aifa. Il dubbio: "Magari non darlo a chi ha più di 55 anni"

Il vaccino di AstraZeneca è stato approvato dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) con l’indicazione per l’utilizzo preferenziale dai 18 ai 55 anni. Lo si apprende dall’Aifa.
Sebbene i dati sull’efficacia del vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca relativi alla fascia d’età superiore a 55 anni siano limitati, il responsabile per i vaccini dell’Agenzia europea dei medicinali (Ema), Marco Cavaleri, è comunque ottimista sul fatto che questo vaccino sia comunque in grado di indurre una protezione agli anziani.
Lo ha detto lo stesso Cavaleri nella trasmissione ‘Caffè Europa’ di Rai Radio1.
Cavaleri ha osservato che “nei soggetti sopra 55 anni i dati sono limitati e non è stato possibile definire esattamente se l’efficacia in questa popolazione sia uguale a quella degli adulti al di sotto di questa fascia d’età, ma la risposta immunitaria che abbiamo visto anche negli anziani è molto simile a quella degli adulti e quindi – ha rilevato -questo si rassicura sul fatto che il vaccino sia protettivo anche negli anziani, anche se non possiamo dire se questa protezione sarà magari leggermente inferiore che negli adulti”.
Le perplessità, dunque, non vanno collegate al sospetto di effetti collaterali inattesi come sosterrebbe qualcuno, bensì sul dubbio che il vaccino non abbia la stessa percentuale di successo nelle persone over 55.
In generale, ha aggiunto il responsabile, “il vaccino ha mostrato un livello di protezione dalla Covid-19 di qualsiasi severità intorno al 60% dopo due dosi, che possono esse somministrate con un intervallo che può andare da quattro a 12 settimane”.
Questo, ha rilevato, “può consentire un po’ di flessibilità nella campagne vaccinali”.
Si tratta, ha aggiunto, di:

“un’ottima efficacia in base alle nostre aspettative, che può avere impatto significativo sia sulla malattia sia sulla circolazione del virus e, cosa molto importante, dovrebbe portare a una riduzione dei casi più gravi di Covid -19 e quindi delle ospedalizzazioni”.
Le prime dosi di vaccino (80mila) AstraZeneca sono annunciate per i primi di febbraio in Belgio.
La conferma arriva dal capo della task force sulla vaccinazione dall’Agenzia federale per i medicinali e prodotti sanitari, Xavier De Cuyper, stando a quanto riportano i principali media online locali.
Una seconda consegna di 200.000 dosi è prevista dieci giorni dopo, il 17 febbraio.
Fino ad oggi in Ue è stata autorizzata le commercializzazione di tre vaccini: AstraZeneca, Pfizer-BioNTech e Moderna.
Nonostante i ritardi nelle consegne – scrive l’agenzia di stampa Belga -, la task force

continua a rispettare il programma che prevede che l’intera popolazione potrà ricevere almeno una prima iniezione entro settembre.
“I ritardi non incidono in modo fondamentale sulla campagna per il momento”, ha assicurato la co-responsabile del gruppo di lavoro, Sabine Stordeur.
“Ciò si spiega con il fatto che queste prime consegne sono relativamente limitate nel numero di dosi. D’altra parte, è essenziale che le successive, più importanti, non vengano ritardate”, ha precisato il direttore della task force Dirk Ramaekers.
Il mondo intanto si muove anche per altri percorsi.
Il vaccino russo Sputnik V arriverà giovedì in Iran.
Lo ha annunciato all’IRNA l’ambasciatore iraniano a Mosca Kazem Jalali, aggiungendo che secondo il ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif, l’accordo sull’acquisto del vaccino così come sulla sua produzione congiunta è stato firmato tra l’Iran e il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF) venerdì.
L’Iran continuerà a ricevere i vaccini ogni due settimane o ogni mese,

ha spiegato Jalali aggiungendo che la produzione di Sputnik V continuerà in Iran e il paese diventerà un hub regionale per l’esportazione dello stesso vaccino.
Alcuni funzionari del ministero della Salute, tra cui Minoo Mohraz, hanno espresso preoccupazione per la bassa qualità del vaccino russo.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

Francesca e il lavoro delle pulizie: questo turismo a Venezia ha riportato la schiavitù

A seguito dell’articolo “Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo”, ci scrive una ragazza pronta a condividere con noi la sua esperienza. Francesca, nata e residente nel Centro Storico, lavora da 10 anni...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...

Cognato circuisce ragazzina di 12 anni con regali e ne approfitta sessualmente, Tribunale di Venezia: niente patteggiamento

Ha abusato sessualmente di una ragazzina di 12 anni. Il responsabile è il cognato che di anni ne aveva ben più di trenta. Ne ha abusato ripetutamente ammaliandola con regali e regalini per confonderla. Finché la scuola si è accorta che...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...