27.3 C
Venezia
lunedì 02 Agosto 2021

Unione Venezia, con il Pavia un disastroso secondo tempo

HomeNotizie SportUnione Venezia, con il Pavia un disastroso secondo tempo

bocalon calcio venezia unione venezia

Un 2014 stregato per l’Unione Venezia che nemmeno con il Pavia riesce a far sua la partita, nonostante i rinforzi arrivati dal mercato di gennaio.

Un Venezia dai due volti quello visto in campo contro la squadra lombarda, con un primo tempo molto buono ed un secondo tempo completamente da dimenticare, condizionato, ma solo in parte, da alcune decisioni arbitrali discutibili.

Per i primi 45 minuti è il Venezia a fare la partita, portandosi in doppia vantaggio con Margiotta al 16′ e con il solito Bocalon al 47′, con il Pavia che tenta solo qualche timido affondo.

A far da padrone nel secondo tempo la scelta discutibile dell’arbitro di espellere per doppio giallo il veneziano Capellini, dopo una presunta simulazione in area. L’inferiorità numerica pesa al Venezia che arretra troppo il suo baricentro permettendo al Pavia di farsi avanti.

Il Venezia non riesce ad uscire dalla pressione degli avversari che al 10′ accorciano le distanze con Ferri. La squadra lombarda prende sempre più coraggio, mentre l’Unione perde la testa facendosi raggiungere a pochi minuti dalla fine da De Vita su deviazione di Di Bari.

Alla squadra di Dal Canto è mancato il gioco e la testa, ed il tecnico nero-verde è giustamente deluso. «Un pareggio così pesa quanto una sconfitta – ha dichiarato il ct del Venezia – Dispiace perché nel primo tempo avevamo fatto tutto ciò che serviva per portare a casa l’intera posta».

Nonostante questo però Dal Canto è fiducioso per le prossime partite e per l’atteggiamento della sua squadra: «vedo un Venezia vivo e che risponde. Se ciò non succedesse sarei molto più preoccupato di quanto già non lo sia».

Sara Prian

[03/02/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.