Ultima Ora. Incidente nautico tra Punta Sabbioni e Lido: barca si schianta contro la diga, tre vittime e un ferito

5974

Ultima Ora. Incidente nautico tra Punta Sabbioni e Lido: barca si schianta contro la diga, tre vittime e un ferito

Un grave incidente nautico è accaduto pochi minuti fa a Venezia, appena fuori le bocche di porto tra Punta Sabbioni e Lido.

Due le vittime instantaneamente decedute nell’impatto, una persona gravemente ferita e vi sarebbe un disperso.

Secondo le prime informazioni si tratterebbe di un’imbarcazione offshore che sarebbe andata a schiantarsi a forte velocità contro la diga.

I vigili del fuoco sono intervenuti nel luogo dell’incidente con tre mezzi e con i sommozzatori. Sul posto anche la Capitaneria di Porto.

Ultima Ora. Incidente nautico tra Punta Sabbioni e Lido: barca si schianta contro la diga, tre vittime e un ferito

Le operazioni di soccorso sono in corso in questi istanti.

Aggiornamento 22.25.
E’ giunta conferma che è stato ripescato anche il corpo della terza vittima fino a questo momento registrato come disperso.

Nell’incidente si registrano quindi tre deceduti e un ferito grave.

Ultima Ora. Incidente nautico tra Punta Sabbioni e Lido: barca si schianta contro la diga, tre vittime e un ferito

L’incidente sarebbe avvenuto per il buio fittodavanti alla ‘lunata’, una diga artificiale fatta di grossi massi calati sul fondale costruita a protezione delle opere del Mose, a sud della diga di San Nicolò del Lido.

Poco distante era avvenuto un altro incidente nautico a giugno di quest’anno: un’imbarcazione si era rovesciata autonomamente facendo finire in acqua gli occupanti ma nell’incidente non si erano verificate vittime.

Aggiornamento della notizia pubblicato alle ore 23.00 del 17/09/2019 con titolo: “Incidente motoscafo Venezia: tentava record Montecarlo-Venezia. Fabio Buzzi tra le vittime

Riproduzione Riservata.

 

3 persone hanno commentato questa notizia

  1. Certo é che la diga doveva essere ben segnalata, sopratutto in questa occasione particolare , le tenebre hanno giocato un ruolo determinante per il disastro . Questa tragedia si sarebbe potuta evitare se ci fossero state all’arrivo delle forti luci a segnalare il Pericolo e un corridoio obbligatorio illuminato dove passare . Peccato ! L’Italia ha perso un Personaggio Molto Importante della Nautica Offshore .

  2. Criminale chi ha consentito e permesso la realizzazione di questa vera ed insidiosa estesa trappola posta di traverso all’imboccatura portuale ed a filo d’acqua, praticamente invisibile con l’alta marea.
    Assolutamente insufficiente la rispettiva segnalazione, sia visiva che a mezzo riflettori Radar.
    La Capitaneria di Porto cosa ci sta a fare?!

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here