13.2 C
Venezia
martedì 26 Ottobre 2021

Incidente motoscafo Venezia: tentava record Montecarlo-Venezia. Fabio Buzzi tra le vittime

HomeL'incidenteIncidente motoscafo Venezia: tentava record Montecarlo-Venezia. Fabio Buzzi tra le vittime

Incidente motoscafo Venezia: tentava record Montecarlo-Venezia. Fabio Buzzi tra le vittime

Il motoscafo offshore che si è schiantato sulla diga delle bocche di porto di Venezia aveva a bordo Fabio Buzzi. Il campione è una delle vittime, tentava il record Montecarlo-Venezia.

L’incidente ha causato tre morti in totale mentre risulta ferito gravemente un quarto componente dell’equipaggio, l’italiano Mario Invernizzi, ora in ospedale.

Fabio Buzzi, pluricampione di motonautica, 76 anni, e altri due piloti, inglesi, sono morti martedì sera giungendo a Venezia e schiantandosi su una diga con una potente imbarcazione offshore, con cui stavano tentandoo il record sulla tratta Montecarlo-Venezia.

Il motoscafo di Buzzi, pilota brianzolo leggenda della motonautica, amministratore delegato di FB Design, che aveva fondato nel 1971, è finito a forte velocità contro la ‘lunata’ del Lido, ovvero una diga frangiflutti, fatta di grossi massi calati sul fondale costruita a protezione delle opere del Mose, a sud della diga di San Nicolò.

Lo schianto è stato tale, hanno riferito alcuni testimoni, che la barca ha saltato completamente la lunata, e, impennandosi, è finita in acqua dalla parte opposta dalla diga, inabissandosi.

Lo scafo era partito da Montecarlo verso le 11 del mattino di lunedì – nella traversata è prevista una sosta, a cronometri fermi per il rifornimento carburante – e stava per arrivare al traguardo quando è avvenuto l’incidente.

Fabio Buzzi potrebbe essere stato impegnato nel cercare di battere il suo stesso record sul percorso, intorno alle 23 ore. Ma qualcosa è andato storto nell’ultimo tratto di navigazione, e c’è stato lo schianto.

I Vigili del Fuoco e i mezzi della Capitaneria di Porto di Venezia sono stati i primi ad arrivare sul posto. I corpi di due vittime sono stati recuperati subito, mentre un terzo componente dell’equipaggio risultava disperso. Poco dopo il recupero anche del suo corpo senza vita.

L’incidente del Lido e la scomparsa di Buzzi, oltre che degli altri due piloti inglesi, sono stati confermati da Giampaolo Montavoci, campione del mondo di motonautica e presidente della commissione nazionale offshore e endurance, oltre che della federazione motonautica di Venezia.

Il motoscafo, di grande potenza, lungo una ventina di metri, con motori che consentono di raggiungere velocità anche di 70 nodi (circa 130 km/h), era stato progettato dallo stesso Buzzi, come avveniva sempre per le imbarcazioni che poi pilotava.

Fabio Buzzi, pluricampione mondiale, aveva stabilito nel marzo 2018 il record assoluto di velocità nella motonautica, raggiungendo in tre punti della prova i 277,5 Km/h, pari a quasi 150 nodi.

Assonautica è stata tra i primi a confermare la notizia e ad esprimere le condoglianze ai famigliari.
“È con profondo, sentito, sincero dolore che diamo notizia del grave incidente accaduto stasera all’imbarcazione di Fabio Buzzi nel tentativo di record Montecarlo Venezia. Il mezzo a circa 80 nodi si è schiantato sulla lunata di protezione del MOSE della bocca di porto di Venezia Lido. Purtroppo per 3 dei 4 componenti dell’equipaggio non c’è stato nulla da fare, Fabio Buzzi – in foto – e due piloti inglesi sono morti. Dell’unico superstite, Mario Invernizzi, non si conoscono al momento le condizioni. I cronometristi del record, tra i quali il nostro consigliere di Venezia Gianni Darai, non hanno potuto fare grandi cose per il soccorso se non avvisare le forze di polizia e il 118. La barca all’impatto sugli scogli si è impennata e ha saltato la barriera, affondando dalla parte opposta. Un gravissimo lutto colpisce lo sport italiano e la motonautica intera. Tre uomini esperti, appassionati di mare e di velocità ci lasciano in un atto che resta parte dello sport pur nel suo tragico epilogo. Fu così purtroppo per altri campioni della motonautica mondiale. Tra questi Stefano Casiraghi ed il Conte pietrobelli. Alle famiglie, ai team, al Presidente Fim Vincenzo Iaconianni e al Presidente Uim Raffaele Chiulli giungano le più sentite condoglianze da parte di Assonautica Italiana.
Il Presidente
Afredo Malcarne”

Il presente articolo è aggiornamento della notizia delle ore 21.30 del 17/09/2019 a titolo: “Ultima Ora. Incidente nautico tra Punta Sabbioni e Lido: barca si schianta contro la diga, tre vittime e un ferito”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements