3.6 C
Venezia
domenica 24 Gennaio 2021

Tweet di un’altra nave questa notte: “Siamo diretti a Lampedusa, non abbiamo paura di Salvini”

Home Il caso Tweet di un'altra nave questa notte: "Siamo diretti a Lampedusa, non abbiamo paura di Salvini"
sponsor

Tweet di un'altra nave questa notte: "Siamo diretti a Lampedusa, non abbiamo paura di Salvini"

sponsor

“Con 65 persone soccorse a bordo ci stiamo dirigendo verso Lampedusa. Non siamo intimiditi da un ministro dell’interno ma siamo diretti verso il più vicino porto sicuro. Si applica la legge del mare, anche quando qualche rappresentante di governo rifiuta di crederlo”.
Queste le parole di Sea Eye in un tweet, sulla rotta presa dalla nave Alan Kurdi dopo il salvataggio di ieri.

commercial

La nave Alan Kurdi (“nave tedesca di ong tedesca”) il Viminale ha predisposto il divieto di ingresso in acque territoriali italiane. La nave, indicano al ministero, “potrà fare rotta verso la Tunisia o verso la Germania. Anche in questo caso, come nel caso della “Alex” la posizione del governo italiano è perfettamente coincidente con quella di Malta.

Malta si è detta infatti ieri disponibile ad accogliere i rifugiati a bordo dalla “Alex“, ma l’Ong Mediterranea – proprietaria – rifiuta la destinazione.
Questo comportamento, secondo il ministero dell’Interno è una “provocazione” e dimostra che l’organizzazione si preoccupa di ottenere “l’impunità”.

Il giorno dopo il salvataggio di 54 migranti – tredici dei quali sono stati portati già a terra – il veliero che li ha raccolti è fermo a sud di Lampedusa, in acque internazionali.

La Valletta ha dato la sua disponibilità, ma come far giungere i migranti sull’isola? “Non siamo attrezzati a percorrere 100 miglia”, aveva detto la ong, prima di rifiutare.
“E’ una questione di principio, non decidono loro dove sbarcare”, dicono al Viminale, che non vuole far riprendere il mare all’imbarcazione umanitaria dopo aver portato a termine la sua missione.

L’obiettivo è il sequestro. Meglio se a La Valletta. Mentre in 13 (donne e bambini) sono già stati evacuati nel pomeriggio portandoli a terra dal veliero.

Come già la Sea Watch qualche giorno fa, anche la Alex è così ferma al limite delle acque territoriali italiane, a sud di Lampedusa.

Il veliero di 18 metri (con 11 persone di equipaggio) è adatto per crociere nelle isole del Mediterraneo, ma non ad ospitare per molti giorni una cinquantina di migranti (11 donne e 4 bambini) scampati dai centri di detenzione libici.

La nave è stata raggiunta dai militari della Guardia di finanza che le hanno notificato il divieto d’ingresso nelle acque italiane firmato nella notte da Salvini e dai colleghi di Difesa e Trasporti.

Questo divieto, protesta Mediterranea, “E’ illegittimo perché non può applicarsi a una nave che ha effettuato una operazione di soccorso. E perché non può essere vietato a una bandiera italiana ingresso nelle acque del proprio Paese”.

Una via per uscire dall’impasse era arrivata da Malta – negli ultimi mesi diventata alleata dell’Italia sul fronte migranti – che aveva offerto di accogliere i 54 della Alex. In cambio, l’Italia avrebbe dovuto prendere 55 migranti attualmente sull’isola per non aumentare troppo la pressione sull’isola.

Ma l’offerta di Malta è rimasta per ora sulla carta. Nessuna nave – né italiana né maltese – si è ancora mossa.

La Difesa ha informato il Viminale che la Marina è pronta a mandare un suo mezzo per il trasbordo dei naufraghi. Da Salvini non c’è però stato il via libera.

La questione, tra l’altro, diventa anche un altro capitolo del complicato rapporto tra i due alleati di governo, tanto che il vicepremier Luigi Di Maio, pur accusando Mediterranea di “fare lo show sulla pelle dei disperati”, non risparmia una frecciata al collega: “non ci si può occupare dei migranti – osserva – solo quando fanno notizia, qui ci sono 54 persone su una barca ma ne sono sbarcate 300 nell’ultimo mese. Dobbiamo lavorare sempre a difendere i confini e non solo quando ci sono le ong”.

Il ministro dell’Interno, da parte sua, tiene il punto: “Alex – è l’invito del Viminale – si diriga verso Malta, l’Italia è pronta ad offrire collaborazione per il trasbordo degli immigrati a patto che attracchi a La Valletta per le verifiche di legge”. In sostanza, l’ultima offerta alla Alex era quella di affiancarle una nave militare italiana che potrebbe prendere a bordo una parte dei 41 e poi ‘scortarla’ in sicurezza verso Malta.

L’offerta però è rispedita al mittente.
La Valletta ha una legislazione più dura sugli interventi delle navi umanitarie, quindi la proposta è “poco gradita”. Lo stallo, dunque, continua.

Sul veliero intanto, informa la ong, è stata “una giornata interminabile”. Col sole a picco, le coperte termiche sono state legate sopra il ponte per fare un po’ d’ombra.

La visita di medici a bordo è servita a far scendere a terra i 13 “soggetti deboli”. Sono stati evacuati da una motovedetta della Guardia costiera a Lampedusa: donne (3 incinte), bimbi (tra loro anche la piccola Jasmine, di soli 2 anni), e famiglie intere.

Ed intanto, come si diceva in apertura, è arrivata un’altra ‘grana’: la Alan Kurdi, nave della tedesca Sea Eye, ha soccorso 65 persone al largo della Libia e si sta dirigendo verso nord.

La nave Alan Kurdi è in navigazione dalle acque sar libiche verso quelle territoriali di Italia o Malta.
A bordo 65 migranti prelevati da un gommone.

Salvini ha subito scritto al collega tedesco Seehofer: provveda la Germania a farli sbarcare, ma non in Italia, “neppure ai fini di una prima accoglienza, in vista di una successiva, ipotetica operazione di redistribuzione delle persone a bordo verso altri Stati”.

Il messaggio di Salvini al collega Horst Seehofer è chiaro: “se ne occupi la Germania, non verranno in Italia”.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...
commercial

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
sponsor

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...
commercial

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.