COMMENTA QUESTO FATTO
 

caldo-vecchia-ns

Fa troppo caldo, questa la sensazione percepita e reale dato che la Protezione civile del Comune di Venezia comunica che oggi, mercoledì, visto il persistere delle condizioni climatiche e delle alte temperature, si raggiungerà il quarto giorno consecutivo di disagio intenso.

Le previsioni segnalano sino a venerdì il persistere di questa situazione, con un ulteriore lieve rialzo delle temperature.

La Protezione Civile raccomanda pertanto di seguire i seguenti consigli per difendersi da questo fenomeno potenzialmente rischioso per la salute, soprattutto per la popolazione anziana e vulnerabile.

Bevete frequentemente e in abbondanza: circa 2 litri al giorno anche in assenza di sete!
Ogni persona deve sapere quanto beve ogni giorno.
Controllate le urine: se sono scure dovete bere di più
Chiudete le imposte qualora siano esposte al sole; tenete inoltre chiuse le finestre per tutto il tempo in cui la temperatura esterna è più alta della temperatura interna al vostro appartamento
Aprite le finestre al mattino presto, la sera tardi e durante la notte per far entrare aria fresca
Dormite e soggiornate nelle stanze più fresche
In assenza di aria condizionata a casa vostra, passate almeno 3 ore al giorno in un ambiente condizionato a casa di familiari o amici; in alternativa, frequentate i luoghi climatizzati vicini alla vostra abitazione, dai centri commerciali ai centri pubblici climatizzati attivati nella vostra o nelle altre Municipalità
Preferite cibi ricchi d’acqua: frutta (angurie, meloni, uva, ecc.) e verdure crude (pomodori, insalata, ecc.)
Non bevete alcolici e bevande ad elevato contenuto di caffeina
Diluite con acqua fresca le bevande troppo zuccherate
Nel corso della giornata fate regolarmente docce o bagni freschi senza asciugarvi e bagnate viso e braccia spesso con acqua fresca
Cercate di uscire al mattino presto o la sera, evitando quindi di uscire nelle ore più calde, dalle 11 alle 18
Se dovete uscire, usate vestiti leggeri (tessuti naturali come cotone o lino), ampi, meglio se di colore chiaro e un cappello
Evitate attività esterne faticose nelle ore più calde

Fa troppo caldo e, ovviamente, anche la qualità dell’aria che respiriamo ne risente.
Il Servizio Osservatorio Aria dell’Arpav – Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto – comunica che nella giornata di lunedì 30 luglio, è avvenuto il superamento nella provincia di Venezia della soglia di informazione di 180 µg/m³ per l’ozono, definita dal D. Lgs. 155/2010 come il “livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione” (es. anziani, bambini, donne in gravidanza, persone affette da disturbi respiratori).

Il valore massimo orario registrato alle ore 14 nella stazione VE Parco Bissuola, da considerare il riferimento per la valutazione dell’ozono per il territorio comunale, è stato di 192 µg/m³.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here