7.5 C
Venezia
sabato 23 Gennaio 2021

The Hater, l’universo della Rete con fake news fino all’estremo (su Netflix)

Home film The Hater, l'universo della Rete con fake news fino all'estremo (su Netflix)
sponsor

Vincitore al festival Tribeca 2020 per il regista di “Corpus Christi”, in lizza per l’Oscar come miglior film straniero, poi vinto da “Parasite”, il film polacco “The hater” è reperibile sulla piattaforma Netflix ed è un’offerta da prendere seriamente in considerazione.
Il quarto lungometraggio del regista Komasa decide di affrontare l’universo della rete e le smisurate possibilità che sono offerte a una mente agile, pronta e capace di creare un universo di fake news fino alle estreme conseguenze.
Riprendendo un po’ lo stile di Fincher di “The social network” ma inserendosi all’interno della realtà sociale polacca contemporanea (che è simile a quella di tanti paesi europei, in cui il contrasto tra europeismo e integrazione si scontra contro nazionalismi di stampo fascista), “The hater” prende come protagonista della sua narrazione un giovane uomo che è il perfetto modello ideale per una rappresentazione del soggetto “invisibile”, una specie di double e addirittura triple agent, che sa muoversi nell’ombra dal quale si intuisce venga.
I soggetti con cui Thomasz (ottimamente interpretato da Maciej Musialowski) entra in contatto sono

sponsor

diverse facce della contemporaneità: famiglie di sinistra radical chic, le cui passioni per l’arte, la solidarietà, la cultura vengono in parte stigmatizzate dall’occhio del regista; il sottobosco infernale delle agenzie di comunicazione, universi senza pietà dove si demolisce la realtà grazie al potere delle fake news e dove immagini false create attraverso profili falsi acquistati in paesi come l’India sono capaci di demolire chiunque; le ondate di protesta nazionaliste e le punte dell’iceberg di questo malessere, fatte di paranoici che se adeguatamente sobillati, passano da balordi del villaggio a esecutori spietati. Politici delle due opposte fazioni che non possono essere liberi e mostrare del tutto la loro vera natura.
Questi universi, visti nelle loro virtù come nelle loro debolezze ma anche nelle loro ragioni intime sono le pedine in cui si svolgono i maneggi del protagonista; uomo a cui una ferita abissale, quasi rimossa, se non fosse per una particella d’amore per la figlia minore della famiglia altoborghese non lo portasse ad accenti di verità, fa compiere una scelta gravida di conseguenze.
“The hater” sembra quasi volerci dire che, mentre noi siamo impegnati ad essere antagonisti nel conflitto sociale, potrebbe succedere che un uomo invisibile, strisciante,

commercial

senza altra bandiera che la personale affermazione, animato da un desiderio di riscatto che lo fa perpetuare in un gioco pericoloso chevia via si raffina, potrebbe essere agente del caos.
Il merito del film sta proprio anche nel mostrarci un protagonista che ha delle fragilità e che essendo avventizio al tipo di operazione che si è prefisso non è un mostro infallibile; forse in certi suoi sguardi lo spettatore individua i germi di una possibilità di empatia con Tomasz.
Ma Komasa sa anche come limitare questa nostra compassione; perché in ballo c’è qualcosa di più grave che non permette ripensamenti affettivi.
E così abbiamo le riprese di una Polonia metropolitana notturna dove la somiglianza con qualunque altra città europea o americana cozza contro le mattinate livide, i bar frequentati dai giovani di destra che ben poco somigliano alla lussuosa casa degli “zii” che sono la parte buona e civile della società, così come le discoteche (bella la scena della silent disco), al solito unici paradisi in cui, con qualche aiutino, si riesce per qualche momento ad essere ciò che si è.
Forse qualche indugio

poteva essere asciugato in “The hater” ma anche così il film riesce a tenere sempre la giusta tensione, a sviluppare logicamente i suoi snodi e ancor di più, forse, può servire a farci tentennare ogniqualvolta su un social desideriamo postare qualche notizia senza verificare le fonti e a esprimere il nostro odio senza prima esserci fatti una qualche introspezione o aver debunkato ciò che stiamo per affermare.
Perché dietro potrebbe esserci un agente della banalità del male e contribuire al famoso battito d’ali della farfalla che, nemmeno così lontano, innesca un uragano le cui conseguenze ricadono su noi stessi.




THE HATER
(Sala samobójców. Hejter, Polonia 2020)
Regia: Jan Komasa con. Maciei Musialowski, Vanessa Aleksander, Agata Kulezsa

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...
commercial

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...
sponsor

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce. E' aperta la scuola? Posso muovermi da casa? Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell'Italia divisa...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.