domenica 23 Gennaio 2022
0.2 C
Venezia

Momenti di violenza contro il personale che vaccina: Ulss veneziana costretta a rafforzare la vigilanza

HomeL'aggressioneMomenti di violenza contro il personale che vaccina: Ulss veneziana costretta a rafforzare la vigilanza

Tensioni al PalaExpo, l'Ulss 3 Serenissima denuncia: "Inaccettabili episodi di intimidazione. Costretti a rafforzare la vigilanza a tutela dei servizi"

Gravi e non giustificabili in alcun modo: l’Ulss 3 serenissima stigmatizza gli episodi di intimidazione sia fisica che verbale, culminati oggi al PalaExpo in ripetuti momenti di violenza nei confronti degli operatori sanitari impiegati nella vaccinazione, che hanno inoltre gravemente intralciato il lavoro svolto nel Centro vaccinale.

La Direzione Generale sottolinea come le operazioni di somministrazione della terza dose si sono svolte nelle scorse settimane con ritmi blandi, nonostante tutta la disponibilità di vaccini e di servizi, e nonostante tutti gli appelli all’adesione responsabile della cittadinanza.

Da qualche giorno la pressione si è fatta invece fortissima. All’aumento della richiesta di adesione alla vaccinazione, l’Azienda sanitaria risponde con il continuo potenziamento dei servizi e delle disponibilità: sono decine di migliaia gli slot vaccinali aperti anche in queste ore, e a questa disponibilità per vaccini e tamponi si aggiunge quella dei privati accreditati, delle Farmacie, dei Medici di Base, che torneranno a contribuire in modo consistente alle somministrazioni, come già avvenuto in passato.

Mentre continua ad operare al meglio entro il perimetro delle indicazioni ministeriali e regionali e delle normative vigenti, ma anche andando incontro ad ogni ulteriore richiesta che sia possibile accogliere, l’Azienda sanitaria condanna ogni atteggiamento intimidatorio ed ogni pretesa non giustificata. Stigmatizza con forza in particolare gli episodi che hanno visto queste pretese sfociare in atti intimidatori e addirittura violenti, com’è accaduto oggi al PalaExpo di Marghera, quando il bersaglio di queste azioni sono stati quegli operatori sanitari – e ancor più grave quelle operatrici sanitarie – che sono da ben più di un anno e mezzo impegnati in ogni modo al servizio della cittadinanza nel contrasto al contagio.

L’Ulss 3 Serenissima è vicina a questi operatori e a queste operatrici, di ogni livello, ringrazia i volontari che li affiancano e che gestiscono con dedizione e spirito di servizio la logistica dei Centri Vaccinali, ribadisce le regole vigenti quanto al libero accesso ai Centri, e nel frattempo potenzia però i propri servizi di vigilanza: non è infatti accettabile che l’inciviltà e l’aggressività di pochi danneggi il lavoro svolto, provocando tensioni continue e continui rallentamenti di cui fanno le spese tutti gli altri utenti.

L’Azienda sanitaria ringrazia infine gli organi di informazione, preziosi strumenti di sensibilizzazione fin dall’inizio della pandemia, sempre efficaci nell’illustrare le regole via via vigenti, che devono essere note a tutti coloro che richiedono un servizio: alla base dello sforzo collettivo devono stare l’ordine, il rispetto per gli altri, la consapevolezza e il senso di responsabilità, e non certo l’arroganza e le pretese fuori orario e fuori tempo di chi vede solo le proprie necessità.

Il centro per la vaccinazione Palaexpo è uno dei principali del comprensorio.
La denuncia dell’Ulss 3 Serenissima arriva proprio in un momento in cui si sono potenziati i servizi ponendo il Veneto tra le regioni che hanno i risultati migliori in campo vaccinale.
Le terze dosi rappresentano oggi la parte preponderante della ripresa vaccinale in regione: ieri sono state somministrate 20.433 dosi, di cui 17.849 addizionali o booster.
L’utilizzo delle scorte è al 93,5%.
Ad aver completato il ciclo vaccinale con il richiamo sono 3.673.972 residenti, pari all’84% della popolazione vaccinabile.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

A Venezia barche solidali (e molti taxi) contro l’obbligo di GP a bordo

A Venezia le barche solidali trasportano gli isolani che non possono salire sui mezzi pubblici. “Aiutiamoci”, e una barca solidale parte dalla Palanca alla Giudecca e attraversa il Canale. Il porto sono le Zattere e i viaggiatori sono persone non vaccinate...

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Porto off-shore: tempi lunghi e incertezza sulla crocieristica

Le 11 proposte per il concorso di idee del porto Off-shore di Venezia arrivate all’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Settentrionale sono state accolte con ottimismo. C’è chi ha letto in questa nutrita partecipazione un inaspettato interesse per Venezia ma in...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Venezia e la crisi del turismo: una guerra a colpi di ribassi

Venezia, la crisi del turismo, ovvero: hotel a “tre stelle” per 23 euro. Chi pensava che il turismo a Venezia avesse già toccato il fondo sarà costretto a ricredersi. La drastica diminuzione degli arrivi unita alla saturazione del mercato ricettivo hanno...

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

A Venezia barche solidali (e molti taxi) contro l’obbligo di GP a bordo

A Venezia le barche solidali trasportano gli isolani che non possono salire sui mezzi pubblici. “Aiutiamoci”, e una barca solidale parte dalla Palanca alla Giudecca e attraversa il Canale. Il porto sono le Zattere e i viaggiatori sono persone non vaccinate...