-0.3 C
Venezia
giovedì 28 Gennaio 2021

Tende riscaldate davanti gli ospedali montate in Veneto

Home Protezione Civile Tende riscaldate davanti gli ospedali montate in Veneto
sponsor

coronavirus donà morti padre figlio e francescano

sponsor

Tende riscaldate, dotate – per quanto possibile – di ogni confort e attrezzatura, montate davanti agli ospedali del Veneto. La notizia è stata diffusa oggi dal presidente Zaia.
“Tende riscaldate verranno installate nuovamente – come durante la prima ondata del virus – davanti a tutti gli ospedali del Veneto, per fronteggiare un eventuale peggioramento dell’emergenza. Noi ci prepariamo al peggio, naturalmente essendo ottimisti e sperando che non servano” ha detto il governatore Luca Zaia, annunciando il provvedimento.
Saranno strutture esterne, riscaldate, davanti ai nosocomi, che potranno essere utilizzate

commercial

– ha spiegato Zaia – per i triage, per le prime cure ai pazienti problematici, in attesa della presa in carico dei malati, “non c’è nulla di scandaloso per questo” ha concluso il presidente.
Sono già in fase di montaggio le prime 3 tende, ha riferito l’assessore regionale alla protezione civile, Gianpaolo Bottacin, le altre verranno allestite in tempi brevi, in base alle esigenze delle Usl.
Nella prima fase dell’emergenza a marzo, erano state posizionate 128 tende davanti agli ospedali del Veneto, oltre ad alcuni posti medici avanzati.
Si tratta di strutture riscaldate, presidiate da volontari della protezione civile, con una capacità teorica di 8 posti letto.
La Regione, tuttavia, non intende utilizzarle

come posti ospedalieri, ha chiarito Bottacin, potendo contare, oltre che sull’aumento dei numeri negli attuali reparti, di altri 700 posti letto nei 10 ex ospedali dismessi rimessi in funzione durante la prima ondata del virus.
Non sono pochi però ora a ritenere il comportamento del Veneto quanto meno “anomalo”. Da una parte il governatore Luca Zaia continua a ripetere che non c’è bisogno di ulteriori misure perché le strutture sanitarie non sono in emergenza, dall’altra si sospendono le visite non urgenti, si montano tende da campo mentre sullo sfondo si odono gli appelli arrivare dal resto d’Italia per “chiudere tutto”.
Oggi l’ultimo, in ordine di tempo, arriva dai medici

di Firenze: l’Ordine dei Medici di Firenze “si unisce all’appello della Federazione Nazionale che, in base al numero dei ricoveri in ospedale e soprattutto nelle terapie intensive, chiede una chiusura totale della Toscana e di tutto il Paese. Senza una chiusura generalizzata come quella di marzo non possiamo andare avanti. I numeri dei decessi, dei ricoveri in ospedale e dell’occupazione delle terapie intensive, non ci danno alternativa. Rischiamo il collasso del sistema”.
“E’ necessario che la Toscana chiuda immediatamente senza rinviare

questa decisione in attesa di altri dati numerici, perché si perderebbe solo del tempo prezioso”, affermano il presidente uscente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Firenze, Teresita Mazzei, e il presidente neo-eletto, Pietro Claudio Dattolo.
“Rischiamo – aggiungono – di non poter più curare i pazienti che si ammalano di Covid, né tantomeno di altre patologie. Se un paziente si frattura un femore, ha un infarto, potrebbe non ricevere le cure adeguate. Le immagini quasi apocalittiche di medici che portano ossigeno nelle autoambulanze in fila davanti ai pronto soccorso rischiano di diventare realtà anche nei nostri ospedali”.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Altro bambino di 9 anni muore con la corda al collo. Social, sfida, gioco: qual è la matrice di questa follia?

Un altro bambino, questa volta di 9 anni, è morto impiccato in casa. Espressione dura che descrive tutta la crudezza di questa follia che...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...
commercial

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Covid: pazienti morti per colpa del medico? Dottore arrestato per improprio uso farmaci

Pazienti morti non per il Covid ma per colpa del medico? Un dottore è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari per questa ipotesi. Va...
sponsor

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

All’esame di guida con l’equipaggiamento da spia: due suggeritori fuori davano risposte

A quanto pare in questo periodo gli stranieri le studiano tutte per superare l'esame di scuola guida senza la fatica di imparare. Dopo il nigeriano...

Il virus si fa ancora sentire: +14 terapie intensive. Esperto: un altro stop sarebbe meglio

Andamento Covid oggi: il virus si fa ancora sentire. +11.629 casi e 299 i morti in 24 ore. +14 i ricoveri nelle terapie intensive. Gli...
commercial

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...

Zuppa conservata male origina botulino: 40enne in rianimazione

Un uomo di 40 anni ha mangiato una zuppa scongelata ed è finito all'ospedale per intossicazione da botulino. L'incidente, che non ha responsabili se...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.