Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
4.6C
Venezia
sabato 06 Marzo 2021
HomeTerrorismoStrage Barcellona: terrorista è in fuga. La terza vittima è italiana

Strage Barcellona: terrorista è in fuga. La terza vittima è italiana

Strage Barcellona: terrorista è in fuga. La terza vittima è italiana

La polizia catalana continua a ricercare Younes Abouyaaqoub, un marocchino di 22 anni ora
sospettato di essere il conducente del furgone che giovedi ha
seminato morte e terrore sulla Rambla di Barcellona, facendo 13
morti e oltre 100 feriti.
Un attentato rivendicato dall’Isis.

Tra l’altro nella base logistica dei terroristi, la polizia
spagnola ha rinvenuto tracce del potente esplosivo Ttap
(perossido di acetone), chiamato anche ‘madre di Satana’, già
usato negli attacchi a Parigi, Manchester e Bruxelles.

Sono intanto salite a tre le vittime italiane della strage
di Barcellona. Nella notte è stato confermato che nell’attentato
è stata uccisa anche Carmen Lopardo, 80 anni, una italiana da 60
residente in Argentina.

Nel susseguirsi di notizie contraddittorie della giornata di
ieri era stato indicato che tutti i terroristi della cellula di
Ripoll, fra cui il killer del furgone, che si sospettava fosse
Moussa Oukabir, 17 anni, erano stati uccisi nella sparatoria di
Cambrils ieri notte con la polizia.

Nuove informazioni indicano invece che ora i sospetti per
l’esecuzione materiale della strage della Rambla si concentrino
su Abouyaakoub, che sarebbe ancora in fuga e forse in Francia.

Con lui potrebbero essere ancora latitanti altri due membri
della cellula di Ripoll, la cittadina dei Pireneri spagnoli dove
vivevano la maggior arte dei terroristi. Si ritiene ora che 12
persone componessero il gruppo jihadista.

Quattro sono in stato di arresto, tre di Ripoll, dove questa mattina la polizia ha
perquisito l’appartamento di un imam radicale.

Secondo El Pais
online l’uomo potrebbe essere morto nell’esplosione della casa
di Alcanar, vicino a Tarragona, base logistica della cellula,
dove i terroristi preparavano ordigni per una strage di ancora
maggiori dimensioni a Barcellona.

Dopo l’esplosione della casa,
forse per un ‘incidente di lavoro’ nella preparazione degli
ordigni, la cellula aveva deciso di agire “alla disperata”
secondo la polizia con gli attacchi alla Rambla e a Cambrils.

La capitale catalana accelera intanto il ritorno alla normalità,
dopo il trauma di giovedi. Ieri è stata riaperta la Rambla,
subito di nuovo invasa da una folla di cittadini e turisti. Oggi
è tornato ad aprire anche il vicino mercato de la Boqueira,
attraverso cui era probabilmente fuggito dopo la strage
l’autista del furgone.

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...