lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Stefano Croce assessore al Turismo di “Terra e Acqua 2020”

HomeComune di VeneziaStefano Croce assessore al Turismo di “Terra e Acqua 2020”

Stefano Croce assessore al Turismo di “Terra e Acqua 2020”

E’ Stefano Croce, Presidente dell’associazione Guide Turistiche di Venezia, l’assessore al Turismo designato di “Terra e Acqua 2020”.

In una conferenza stampa organizzata ieri a Rialto, la lista civica ha presentato ai giornalisti chi si occuperà di “riequilibrare” e rendere “sostenibile” il settore turistico a Venezia per “Terra e Acqua 2020”.

Classe 1962, padovano di nascita e veneziano/dalmata d’origine, Stefano Croce ha alternato per vent’anni l’insegnamento universitario alla libera professione di architetto, superando nel 2012 l’esame di abilitazione per guide turistiche e divenendone tre anni fa il Presidente: “Dopo un paziente lavoro di riunificazione – ha dichiarato – la nostra è l’unica associazione attualmente riconosciuta”.

La parte del programma relativa al turismo “sostenibile” porta la sua firma: “è stato scelto questo aggettivo – ha spiega Croce – per distinguere quel settore nato a Venezia con i ‘grand tour’ del 1600 da chi scende dai lancioni per due ore senza lasciare nulla: qualche diga va eretta per non perdere i visitatori di cui abbiamo bisogno. ‘Terra e Acqua 2020’ non demonizza il turismo ma le sue proporzioni fuori controllo: vedere in periodo di Covid-19 i vaporetti strapieni è un’immagine che ci danneggia”.

Stefano Croce è tornato su quell’idea di “città” che a Venezia sembra ormai tramontata: non è più quell’ ”ottimo luogo” dove si viveva venti/trent’anni fa: “Il turismo che proponiamo non deve essere fagocitante – ha continuato – stiamo perdendo 1.000 residenti l’anno, scompaiono i servizi e le attività. Noi parliamo di ‘equilibrio’: un concetto che non figura nei programmi degli altri candidati. ‘Equilibrio’ non solo tra escursionisti e pernottanti ma soprattutto con la residenzialità, con l’ambiente, con l’economia e la cultura, che non vuol dire solo ‘eventi’. Il sindaco uscente parla di ‘distribuzione’, non di ‘soglie massime’, con la ‘tassa di sbarco’ istituita solo per ‘far cassa’ e quei ‘tornelli’ che alimenterebbero l’idea di ‘museizzazione’, non di ‘città’”.

Ha preso poi la parola Marco Gasparinetti, parlando rispondendo a chi lo ha accusato di aver “copiato” il programma di altre liste. Il candidato sindaco ha ricordato come l’idea di gestire i flussi tramite “tetto massimo” e “prenotazioni” provenga da alcuni incontri del 2017 organizzati dal “suo” “Gruppo25Aprile”: tali soluzioni furono esposte dalla funzionaria regionale Roberta Bartoloni “mentre un attuale capolista stava seduto in prima fila ad ascoltare”.

Ma la “soglia di carico” di Van der Borg, Gasparinetti preferisce chiamarla “soglia di accoglienza”, trattando i visitatori come ospiti piuttosto che come merce: “per avere rispetto è necessario darlo”.

Si è poi parlato di Mestre, relegata ormai a “città dormitorio”: una riqualificazione del Canal Salso nello stile dei Navigli milanesi ripristinerebbe la ‘porta di Venezia’ generando attività, posti di lavoro ma soprattutto un luogo da visitare. “Se un turista chiedesse oggi una mappa di Mestre non so neanche se la troverebbe – ha ironizzato Gasparinetti – ci vuole equilibrio in tutto, non una Venezia sovraffollata e una Terraferma morta”.

Prima della fine si è passati le domande: il candidato sindaco ha chiarito sulle Grandi Navi, il cui futuro sarebbe fuori dalla Laguna (“un settore commerciale da 6,6 miliardi e 21 mila posti di lavoro non può dare la precedenza alla crocieristica”), sulle categorie esenti dal pagamento della “prenotazione” (“ci saranno i clienti degli studi professionali, dei laboratori artigiani e dei ristoranti ma non certo ‘tutti i veneti’ come vorrebbe Brugnaro: spesso sono loro ad affollare la città con i ‘bacaro tour’ e gli ‘addii al celibato’”) ed eventuali apparentamenti al secondo turno (“sottoscriveremo accordi solo se verranno accettati i punti cardine del nostro programma e i nostri assessori”), ricordando che se “Terra e Acqua 2020” non vincerà, il candidato sindaco tornerà “a fare il suo lavoro, lasciando a Ca’ Farsetti il maggior numero di consiglieri che conoscano il territorio”.

“Dopo l’ex Generale dei Carabinieri Ottavio Serena alla Sicurezza, questo è il secondo assessore che annunciamo – ha concluso Gasparinetti – perché “Terra e Acqua 2020” non affida le nomine con lottizzazioni e accordi ma agli esperti del settore. Stefano con il turismo ci vive, e noi vogliamo un turismo che faccia vivere. Abbiamo redatto un programma di 78 pagine: sappiamo che non piacerà tutti e che qualche voto lo perderemo, ma vogliamo essere chiari. Sempre meglio di chi, come ‘il gatto e la volpe’, limitano le promesse a qualche slogan di 4-5 righe: un vero e proprio ‘assegno in bianco’ consegnato agli elettori”.

Stefano Croce ha infine ricordato come Brugnaro sostenga l’“intanto torniamo come prima, poi si vedrà”, mentre “la verità è che se perdiamo l’occasione di cambiare ora, avremo perso per sempre”.

Nino Baldan

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Mauro da Mantova, no vax “untore”, non dà segni di miglioramento

Mauro da Mantova, no vax-"untore", noto per le sue partecipazioni radiofoniche al programma "La Zanzara", ricoverato ormai da 4 giorni in terapia intensiva, non dà segni di miglioramento, le sue condizioni permangono ancora gravissime a causa del Covid. Una decina di giorni...

“Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai veneziani di adesso”. Lettere

In risposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Venezia è patrimonio del mondo e non appartiene ai soli veneziani, specialmente quelli di adesso che non l’hanno davvero fondata. Tanto sbraitano contro il turismo /petrolio della città, ma in fondo cos’altro...

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Mauro da Mantova è morto. L’ospite della trasmissione ‘La Zanzara’ non ce l’ha fatta

Mauro da Mantova è morto ieri a Verona. Era ricoverato dal 10 dicembre, quasi subito era entrato in condizioni critiche e, alla fine, non c'è stato niente da fare. Mauro da Mantova, "ospite-incursore" della trasmissione radiofonica "La Zanzara" è spirato all’ospedale Borgo...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Elezioni scolastiche: “Far votare solo con chi ha Green Pass è discriminatorio!”. Lettere

Ci sono cittadini di serie a e di serie z... e poi ci sono i fedelissimi esecutori, che oggi come nel '36 eseguono ordini come autentiche macchinette da regime... ma che poi si pentono amaramente come nel '45. Inutile dire che ...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...