20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Spaccio: 850 euro a testa di multa e daspo per pusher e cliente

Homespaccio di drogaSpaccio: 850 euro a testa di multa e daspo per pusher e cliente

Pusher e cliente raggiunti da un provvedimento di daspo urbano (allontanamento e divieto di accesso) e sanzionati con 850 euro ciascuno. È successo a Mestre, dove la polizia locale ha colto in flagranza spacciatore e acquirente in via Dante, ieri, domenica pomeriggio 3 gennaio. Gli operatori del Nucleo operativo hanno agito in borghese, insieme al personale in uniforme del Nucleo cinofilo. Colto sul fatto un giovane che stava ricevendo un involucro di marijuana in cambio di una banconota da un cittadino di origini africane.

L’acquirente, un cittadino ucraino di 22 anni residente a Mira, si è allontanato verso via Sernaglia dove è stato fermato dagli agenti in borghese mentre gettava a terra la sostanza stupefacente per eludere i controlli. Lo spacciatore, vista la presenza delle pattuglie, è corso invece verso il sottopasso ciclopedonale, dove è stato raggiunto dagli operatori del Nucleo cinofilo. Dopo una breve colluttazione durante la quale lo spacciatore ha cercato di colpire gli agenti con calci e pugni, il pusher è stato immobilizzato.

Lo spacciatore, un giovane di 22 anni, di nazionalità nigeriana, domiciliato a Torino con regolare permesso di soggiorno, con un precedente nel 2020 per resistenza a pubblico ufficiale, è stato denunciato in stato di libertà e sanzionato insieme all’acquirente, ai sensi del regolamento di polizia e sicurezza urbana con ordine di allontanamento dal Comune di Venezia. Entrambi sono stati inoltre sanzionati, per un totale di 850 euro ciascuno, per la violazione delle misure per evitare la diffusione del Covid-19, in quanto sorpresi al di fuori della loro regione e del comune di residenza senza comprovata esigenza lavorativa o di necessità.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.