19 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Spacciatori in fuga per Mestre rincorsi sul monopattino preso in prestito

HomeMestre e terrafermaSpacciatori in fuga per Mestre rincorsi sul monopattino preso in prestito

Polizia locale arresta due persone per spaccio al parco "Hayez", nel quartiere Cipressina di Mestre. In possesso di mezzo chilo di marijuana, i due si sono dati alla fuga a bordo di una bicicletta, ma vengono comunque fermati dalla Polizia locale e arrestati per spaccio.

Come in un telefilm americano. Venerdì pomeriggio gli operatori del Nucleo operativo e del Nucleo cinofilo, su segnalazione del Servizio sicurezza urbana, si sono recati al parco “Hayez” di Mestre, nella zona del quartiere Cipressina, e hanno sorpreso due italiani, un uomo di 27 anni e una ragazza 19enne, in possesso di un contenitore contenente stupefacente.
Gli agenti hanno notato la coppia ferma vicina ad un gazebo all’interno del parco che successivamente si è allontanata a bordo di una bici.
Nonostante gli agenti cercassero di raggiungerli, i due sono riusciti a guadagnare l’uscita del parco e a dirigersi verso via Castellana, percorrendo la pista ciclabile in direzione del centro di Mestre.
A questo punto gli agenti, uscendo di corsa dal parco, nell’inseguimento hanno preso in prestito un monopattino da un cittadino incontrato lungo il percorso, dopo essersi identificati.

Arrivati vicini ad una fermata dell’autobus hanno intimato l’alt al presunto spacciatore, nel frattempo rimasto solo a bordo della bici.
Quest’ultimo ha abbandonato il mezzo ed ha proseguito la fuga a piedi, attraversando più volte la strada.
Dopo esser stato raggiunto dall’agente è iniziata una breve colluttazione finalmente conclusa con il fermo del 27enne.
Nel frattempo un altro agente aveva bloccato la ragazza che aveva con sé il contenitore.
Al suo interno, dopo un controllo, è stato recuperato mezzo chilo di marijuana.
Entrambe le persone sono state denunciate per spaccio.
Per l’uomo anche una denuncia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e ricettazione della bici utilizzata per la fuga.
Dopo l’arresto, la coppia è ora a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.