COMMENTA QUESTO FATTO
 

Sgomberati questa mattina dagli abusivi vari appartamenti del veneziano

Linea dura contro gli abusivi che occupano abusivamente appartamenti pubblici, sovente, oltre a non averne titolo, per avviare “affari loschi” in nuovi territori.

Così, questa mattin, la polizia locale di Musile di Piave e i carabinieri San Donà di Piave, nel veneziano, hanno sgomberato alcuni appartamenti occupati abusivamente in un condominio.

Le forze dell’ordine hanno operato a Musile in esecuzione dell’ordine del tribunale di Venezia. Gli appartamenti coinvolti erano quattro, su otto totali.

Gli agenti del comando di polizia locale e i militari dell’arma, con la collaborazione dei servizi sociali, intervenuti a tutela dei minori presenti, hanno portato a termine con successo l’operazione.

Gli occupanti abusivi sono stati allontananti dal territorio del Comune di Musile e gli otto appartamenti risultano attualmente liberi e nella piena disponibilità del Custode Giudiziario.

Il condominio interessato dallo sgombero era già da tempo oggetto delle “attenzioni” del comando di polizia locale di Musile, che aveva notato la situazione di degrado in cui versava lo stabile, nonché il continuo via vai di persone straniere.

“Innanzitutto desidero esprimere il mio ringraziamento alle forze dell’ordine – ha commentato il sindaco di Musile, Silvia Susanna – per la costante attenzione riposta nei confronti di un tema importante come quello della sicurezza. Un plauso va anche al personale dei servizi sociali per la professionalità utilizzata. In secondo luogo ribadisco come sia di primaria importanza il controllo del territorio, anche nei confronti delle occupazioni abusive”.

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here