Sfera Ebbasta: Cinisello Balsamo gli dedica una piazza. I genitori di Corinaldo: ”vergognoso”

ultima modifica: 21/11/2020 ore 17:17

216

Sfera Ebbasta: Cinisello Balsamo gli dedica una piazza. I genitori di Corinaldo: ''vergognoso''

Nell’hinterland milandese c’è una piazza dedicata a Sfera Ebbasta. Non è una fake news ma l’iniziativa di Giacomo Ghilardi, sindaco di Cinisello Balsamo, che il 19 novembre ha inaugurato il toponimo alla presenza del trapper.
“È un riconoscimento per un artista – ha detto il sindaco – che, indipendentemente dai gusti musicali di ciascuno di noi ha indiscutibilmente raggiunto una serie di traguardi importanti ed è diventato famoso in tutto il mondo partendo proprio dalla valorizzazione delle sue origini. Traguardi che, uniti a un impegno civico e sociale verso i giovani e la nostra città, non potevamo non riconoscere e premiare”. La targa recita “Piazza Gionata Boschetti – in arte ‘Sfera Ebbasta’” è stata poi firmata dal cantante che ha impresso le sue iniziali con la vernice spray.


Sfera Ebbasta, discusso idolo dei giovanissimi

“Ciao a tutti sono Sfera Ebbasta, l’idolo dei vostri figli e da oggi anche il vostro!”. Così si presentava a Le Iene il discusso trapper, classe 1992, nato a Sesto San Giovanni e cresciuto tra le vie di Cinisello. Alla domanda sull’età media dei suoi fan, aveva risposto “Dai tredici anni in su”. Nelle sue canzoni c’è tutto il disagio dell’area in cui è cresciuto e che lo ha visto passare da “ragazzo di una città difficile” ad artista “che ce l’ha fatta”. E i numeri sembrano dargli ragione: 60 milioni di ascolti su Spotify, 1,73 follower su Youtube e primo italiano a entrare nella top 100 mondiale.
Sfera Ebbasta si sente una “rockstar” e non ha problemi a sbandierare il suo stile di vita fatto di griffe, donne e tatuaggi. Non solo: l’esaltazione del denaro, vero leitmotiv della sua musica, gli ha fatto adottare come iniziali i simboli del dollaro e dell’euro. Alcuni suoi pezzi hanno fatto discutere anche per il richiamo agli stupefacenti, soprattutto il mix alla codeina noto come Purple Drank che lui stesso ha dichiarato di assumere. Nel corso degli anni i suoi testi hanno infiammato anche le femministe per i continui riferimenti alladonna-oggetto”.
Non è della stessa idea il sindaco di Cinisello, secondo il quale “quello che Sfera dice ai giovani è che con la costanza, la passione e l’impegno, il rispetto per le persone e per il bene comune, si possono realizzare i propri sogni senza rinnegare chi sei”.

I genitori di Corinaldo: “una cosa vergognosa”

Nel 2018 Sfera Ebbasta finì nella bufera per il sovraffollamento del locale di Corinaldo (Ancona) che costò la vita a una mamma e cinque minorenni.
Fazio Fabini, padre della defunta Emma, ha espresso il suo sdegno su Il Resto del Carlino. “Se a Cinisello Balsamo non avevano personalità più degne a cui dedicare una piazza, non è un mio problema – ha dichiarato – Di Sfera Ebbasta non condivido niente: né il modo di vestirsi, né il modo di pensare, ne’ la musica, né, tantomeno, il pensiero espresso attraverso le sue canzoni. Però nella tragedia di Corinaldo la sua responsabilità è limitata alla sua popolarità. È per questo motivo che la discoteca ha richiamato tanta gente”. Ha poi concluso: “Non so se questo ruolo ha una rilevanza penale e sarà, eventualmente, la magistratura a determinarlo”.
Allibito anche Paolo Curi, marito di Eleonora: “Sono senza parole, adesso gli dedicano una piazza, non vale nemmeno la pena commentare, è una cosa vergognosa“. A fargli eco anche il papà del 15enne Mattia:


“Il mio giudizio strettamente personale può riconoscere senz’altro che l’artista ha ottenuto un notevole successo soprattutto tra i giovani. Ciò non toglie che avrebbe dovuto informarsi in che condizioni versano i locali da lui scelti per un paio di ore di apparizione fugace. Trovo che sia assurdo la sua scelta di presentarsi a Corinaldo in un locale piccolo e sicuramente non adatto”.
Ancora più caustico Francesco Vitali, fratello di Benedetta: “Al di là della piazza che a livello simbolico ci può anche stare, data l’importanza che l’artista sta acquisendo – ha detto al Corriere Adriatico – ciò che mi dà fastidio e mi irrita sono le dichiarazioni del sindaco. Esempio per le nuove generazioni? Il rispetto delle persone non sa che cosa sia”.

Piazza Gionata Boschetti, in arte “Sfera Ebbasta”

Altri malumori sono sorti dalla scelta di far coincidere l’inaugurazione con il lancio del nuovo album di Sfera Ebbasta, “Famoso”, che capeggia in bella vista tra le mani del sindaco. La targa, tuttavia, non rimarrà lì in eterno. Lo spiazzo accanto Villa Ghirlanda sarà intitolato ogni tre mesi ad un artista diverso nell’ambito di un’iniziativa comunale rivolta ai giovani.

Marie Jolie

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here