24 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Serenissimi accusati di terrorismo: prima udienza

HomeNotizie VenetoSerenissimi accusati di terrorismo: prima udienza

Serenissimi accusati di terrorismo: prima udienza

Venetisti, Federalisti, Secessionisti, le definizioni sfuggono sfumate mentre le persone hanno massa solida, concreta: sono circa in duecento, arrivati a Brescia di mattina presto con auto private e addirittura pullman, per manifestare fuori dal Palagiustizia. Hanno bandiere slogan e ideali.

Dentro le aule, la prima udienza preliminare a carico di 48 «secessionisti» lombardi e veneti accusati di associazione con finalità terroristiche ed eversione dell’ordine democratico.

Per l’udienza preliminare, davanti al gip di Brescia, nomi che hanno speso la vita per predicare l’indipendentismo veneto: Lucio Chiavegato, l’ideologo Franco Rocchetta, tra gli altri, e i protagonisti dell’assalto al Campanile di San Marco del 1997.

Per l’accusa i Serenissimi volevano sovvertire l’ordine democratico dello Stato con mezzi «dichiaratamente violenti», «alzando il livello dello scontro», fino «all’insurrezione delle popolazioni del Nord Italia». Parti civili: ministero dell’Interno e presidenza del Consiglio.

In aula viene letta una ‘dichiarazione’ degli accusati con richiamo ad una serie di leggi che conclude: “Eccepiamo la competenza giurisdizionale del tribunale di Brescia e rivendichiamo il totale difetto di giurisdizione dello Stato italiano”.

Alla fine l’udienza si chiude con un rinvio al 3 marzo. Il giudice bresciano deve decidere sulla competenza territoriale: se mantenere il processo a Brescia, dove avvenne la prima riunione per organizzare la spedizione di San Marco, o se invece spostare il processo a Padova dove venne realizzato il Tanko che i secessionisti avrebbero voluto utilizzare nel corso dell’occupazione.

Paolo Pradolin | 01/10/2016 | (Photo d’archive) | [cod serenissi]

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.