9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Scoperto a rubare vestiti, va in fuga e travolge una signora mandandola all’ospedale

HomeFurto con destrezzaScoperto a rubare vestiti, va in fuga e travolge una signora mandandola all'ospedale
la notizia dopo la pubblicità

Scoperto a rubare vestiti, va in fuga e travolge una signora mandandola all'ospedale

Aveva deciso di rinnovare il guardaroba personale in barba ad ogni legge e non era nemmeno la prima volta a vedere i precedenti. MAZOUZI Badred’ine nato in Italia, ma marocchino classe 1994, è stato scoperto dalla sicurezza del negozio OVS che gli contestava il fatto di aver oltrepassato le casse indossando indumenti in vendita sotto i propri.

Da qui in poi la situazione degenerava, il ragazzo dapprima si divincolava scagliandosi con violenza contro gli agenti della security che venivano spintonati e scagliati a terra e una volta liberatosi della loro presa scappava a rotta di collo per i corridoi del centro commerciale, investendo tutto ciò che incontrava, compresa una ignara signora 52nne che passeggiava tra le vetrine e che veniva travolta e scaraventata a terra riportando lesioni giudicate guaribili in 10gg. dai sanitari dell’ospedale di Dolo dove è stata trasportata dopo aver accusato forti dolori alla schiena.

Per sua sfortuna il pregiudicato veniva notato da un Carabiniere della Stazione di Mirano che si trovava libero dal servizio insieme ai familiari al Centro Commerciale che senza pensarci due volte si lanciava all’inseguimento del ladro e con uno scatto degno di un centometrista lo raggiungeva placcandolo da dietro tra l’approvazione unanime dei presenti e la riconoscenza dei responsabili del Centro Commerciale e del negozio OVS, ai quali sono stati restituiti contestualmente gli indumenti trafugati.

In pochi minuti sul posto è giunta la pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mestre prendendo in consegna il malvivente che dopo l’arresto per il reato di rapina è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa del processo “per direttissima”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Non si è vaccinato: sospeso medico di base di Venezia, Castello

Salvatore Di Prisco, medico di base con ambulatorio a Venezia, nel sestiere di Castello, è stato sospeso dalla professione fino al 31 dicembre dal suo Ordine professionale. Il medico, molto preparato, con 34 anni di anzianità, con specializzazioni in otoiatrica e grande...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi in mezzo a barche e vaporetti, arrivano i vigili: diventa violento

Si tuffa dal Ponte degli Scalzi: un comportamento sconsiderato e incosciente che poteva finire in tragedia. Il fatto oggi, martedì mattina. L'uomo si getta nelle acque del Canal Grande dal Ponte degli Scalzi rischiando di schiantarsi sopra un mezzo di trasporto pubblico dell’Actv...

La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più

"Era finalmente nata la Scuola Elementare “Imelda Lambertini”, che nei decenni a venire diverrà vero e proprio fulcro dell’intera zona, confermando l’area di San Canciano come una tra le più vive e fornite dell’intero Centro Storico. I suoi bambini dal grembiule colorato allietavano il circondario, generando ricchezza non solo sociale, ma anche economica per ogni attività della zona".