lunedì 17 Gennaio 2022
2.6 C
Venezia

Anche medici tra gli assenteisti: timbravano e andavano a giocare alle macchinette

HomeDipendenti pubbliciAnche medici tra gli assenteisti: timbravano e andavano a giocare alle macchinette

48 denunciati su 58 dipendenti in totale

Anche medici tra gli assenteisti: timbravano e andavano a giocare alle macchinette

Siamo alla frutta se dipendenti Asl vengono scoperti che timbravano il cartellino e invece di essere in servizio andavano a giocare alle macchinette, se poi in mezzo ci sono anche medici è proprio la fine. E’ accaduto a Rogliano (Cosenza) dove assenteisti timbravano il cartellino per andare anche a giocare alle slot.

C’era chi accompagnava i figli a scuola e poi, tornato a casa, esercitava privatamente, mentre altri approfittavano per fare la spesa o, addirittura, per giocare con le slot machine.

Questo l’ennesimo scandalo dei “furbetti del cartellino” scoperti grazie all’operazione “All Walking” condotta in Calabria dai carabinieri con il coordinamento della Procura della Repubblica di Cosenza.

Diciotto i provvedimenti cautelari eseguiti nei confronti di dipendenti, medici e non, dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza in servizio negli uffici di Rogliano.
I destinatari delle misure, disposte dal gip del Tribunale della città calabrese, su richiesta della Procura della Repubblica, sono accusati, a vario titolo, di truffa aggravata, sostituzione di persona e falso ideologico.

Due dei medici coinvolti sono stati sospesi per un anno dalle loro funzioni assieme a un capo infermiere e ad un ausiliario. Altri 14, tra medici, dirigenti e personale amministrativo, dovranno invece attenersi all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

A fare scattare le indagini dei carabinieri della Compagnia di Rogliano sono state le segnalazioni di cittadini e utenti che lamentavano il comportamento piuttosto disinvolto di quanti tra i dipendenti della struttura sanitaria, in orario di lavoro, venivano notati sistematicamente per le vie della cittadina occupati nelle faccende più disparate. Tutte private.

Così, da gennaio a settembre, su cinquantotto dipendenti in servizio negli uffici dell’Asp, 48 sono stati monitorati e, in conseguenza dei loro comportamenti ritenuti illeciti, denunciati.

In oltre seimila ore di filmati registrati nell’arco di 200 servizi di osservazione, è emerso un quadro fatto di 725 episodi di assenteismo per un ammanco complessivo pari a circa 1500 ore.

Tra le pieghe dell’indagine è emerso anche che alcuni medici esercitavano nei loro studi privati persino nelle ore in cui risultavano presenti in servizio. Il sistema adottato è, del resto, quello noto da tempo a tutte le latitudini del Paese: qualcuno, infatti, strisciava il cartellino per i colleghi, mentre i dirigenti medici autocertificavano falsamente la loro presenza.

“Siamo impegnati da tempo – ha detto il Procuratore della Repubblica di Cosenza Mario Spagnuolo – nell’azione di contrasto di questa tipologia di reati che finiscono per pregiudicare il corretto funzionamento della Pubblica amministrazione determinando, nello specifico, la compromissione della tutela della salute dei cittadini. In un momento storico in cui la sanità è in difficoltà ci sembrava opportuno mettere un punto, e richiamare al rispetto delle regole. Sarà ora il vertice dell’Azienda a valutare, secondo le prescrizioni della legge Madia, le successive conseguenze. E la comunità farà le proprie valutazioni”.

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“C’è l’obbligo di vaccinazione, perché non posso scegliere il Novavax?”. Lettere

Siamo a gennaio 2022 ( i commenti che ho letto sono molto più vecchi). Non mi sono ancora vaccinata perché, vedendo anche brutte conseguenze post vaccino su alcune persone a me conosciute ( direttamente o indirettamente) a me questa Terapia genica...

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.

Venezia: arriveranno un nuovo Ferry boat e due battelli ibridi

La Giunta Comunale, riunitasi oggi, ha approvato la convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ed il Comune di Venezia avente ad oggetto la “Regolamentazione dei rapporti relativi al finanziamento per incentivare la salvaguardia ambientale e la prevenzione...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

“Ma è normale che il marinaio Actv abbandoni una borsa trovata a bordo in un pontile deserto?”. Lettere

Mi piacerebbe capire se il seguente comportamento è normale: fatto avvenuto la sera del 12 dicembre, a bordo del motoscafo linea 4.1 delle ore 20,16 circa, partenza piazzale Roma, direzione Murano. Alla stazione una coppia scende e dimentica una borsa che il marinaio...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Actv, dipendenti, utenti, sindacato: chi ha ragione?

Filt Cgil giudica severamente il sistema dei trasporti, fino a definirlo indecente e vergognoso, l'azienda accusa il sindacato di spacciare fake news...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

Capodanno 2022 a Venezia e divieti: feste private con balli fino al mattino

“La serata continuerà fino alle 4:00”, “festa open bar dopocena”, “Dj set dance, revival, house”: con questi e altri slogan vengono pubblicizzati i vari party di Capodanno in programma nei palazzi e negli hotel di Venezia. Nonostante la “stretta” del Governo che...