lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Ristori di Natale, rinvio delle tasse e forse rottamazione cartelle in arrivo

Homeaiuti per CovidRistori di Natale, rinvio delle tasse e forse rottamazione cartelle in arrivo

I ristori di Natale, quelli finalizzati ad aiutare bar, ristoranti, alberghi, pasticcerie e le categorie penalizzate dalle chiusure imposte dal Covid, sarebbero in arrivo, e intanto già si pensa al nuovo decreto-stampella per le imprese in difficoltà.
Un provvedimento, che il governo stava elaborando già prima di Natale, che ipotizza uno scostamento del deficit di circa 20 miliardi e prevede nelle intenzioni anche un rinvio del pagamento delle cartelle, finalizzato ad evitare la valanga di richieste, accompagnato forse dall’arrivo una nuova rottamazione.
Il premier Giuseppe Conte conferma che sul documento sono già al lavoro, annunciando che già per la settimana prossima verrà portata in Consiglio dei ministri “la richiesta di scostamento su cui poi il Parlamento sarà chiamato a esprimersi, così da poter varare un nuovo decreto-ristori per alleviare le difficoltà in particolare degli operatori economici”.

Ristori

Per i ristori il dato certo è che il nuovo meccanismo sarà del tipo ‘ristori automatici’ messo a punto attraverso l’Agenzia delle Entrate che pare funzionare bene ed è veloce.
L’agenzia delle Entrate guidata da Ernesto Maria Ruffini ha dato il via libera a 221mila bonifici automatici per circa 628 milioni di euro che, in poche ore, arriveranno direttamente sui conti delle attività danneggiate dalle chiusure imposte durante le festività natalizie.
Soldi che rappresentano una ulteriore tranche con contributi a fondo perduto erogati dall’inizio della pandemia dalle Entrate che hanno superato quota 10 miliardi, per complessivi 3,3 milioni di bonifici accreditati in base ai molti decreti che si sono succeduti: i dl “Rilancio“, “Agosto“, “Ristori” (da uno a quater) e “Natale”.
“Grazie all’Agenzia delle Entrate per l’eccellente lavoro”, twitta il ministro dell’economia Roberto Gualtieri seguito dai commenti positivi anche di Luigi Di Maio. Ma già si guarda avanti.
“I ristori

non si sono conclusi – afferma la vice ministro all’Economia Laura Castelli (M5s) – Continueremo a destinarli, fino a quando ci saranno chiusure obbligate. E vogliamo anche intervenire dando un ristoro a chi non è stato costretto a chiudere ma, comunque, in questo passato l’eccellente lavoro”.
Il governo è ora concentrato sulle proprie difficoltà interne che si intrecciano con il piano per l’uso delle risorse del Recovery. Ma dall’altra parte l’urgenza di un nuovo provvedimento è data non solo dall’esigenza di ulteriori aiuti a chi sta in difficoltà, ma dalla necessità di evitare che si abbatta sui contribuenti l’onda alta di 50 milioni di atti: 35 milioni di cartelle bloccate nel 2020 e 15 milioni di accertamenti e lettere di compliance.
Numeri ai quali si aggiungeranno presto gli atti relativi ai controlli fatti nel 2021.
Si è così ipotizzata una gestione straordinaria dello smaltimento con un ulteriore rinvio

per i contribuenti più deboli e una sorta di rottamazione – un saldo e stralcio – per chi, potendo pagare, potrebbe comunque avere uno sconto su sanzioni e interessi.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Quando la città è troppo affollata di visitatori: “Venezia la si vuole piena di turisti”. Lettere

In risposta alla lettera: "A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani". Venezia la si vuole piena di turisti !!! Questo e’ il business. Dai ragazzi, guardatevi negli occhi. Io a Venezia ci vivo da non Veneziano: le...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto?

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...