29.5 C
Venezia
sabato 24 Luglio 2021

Rissa a San Donà nata per ‘attenzioni moleste’ ad una ragazza. Identificati responsabili.

Homeadolescenti violentiRissa a San Donà nata per 'attenzioni moleste' ad una ragazza. Identificati responsabili.

Il Comando Stazione Carabinieri di San Donà di Piave, a conclusione delle indagini nate a seguito della violenta lite avvenuta nel tardo pomeriggio di domenica 14 febbraio 2021 in Piazza Indipendenza del centro, nel corso della quale un giovane 18enne del luogo è rimasto seriamente ferito, ha segnalato all’Autorità Giudiziaria minorile quattro giovani, tutti di San Donà di Piave.
I militari, dopo aver vagliato le testimonianze di una decina di persone, hanno ricostruito l’evento trasmettendone gli esiti sia all’Autorità Giudiziaria ordinaria che a quella minorile.
La ricostruzione effettuata, avvalorata sia da quanto emerso dalle testimonianze che dall’analisi dei sistemi di videosorveglianza,

racconta di un alterco nato per futili motivi, in particolare per commenti e atteggiamenti sconvenienti da parte di un gruppo di giovani verso una ragazza che ha ritenuto opportuno avvisare i propri familiari.
A seguito della chiamata è giunto sul posto il fratello 18enne della giovane e tra il nuovo arrivato ed una parte della comitiva di minori che si trovava sotto il porticato della piazza è nata una disputa verbale subito passato alle vie di fatto.
Nel parapiglia sarebbe spuntato anche un tirapugni usato per colpire il 18enne che ha dovuto poi andare in ospedale per la frattura della mandibola con una prognosi iniziale di 30 giorni.
L’ipotesi di reato oggi è di lesioni personali in concorso

per gli aggressori e, per uno di essi, di porto di oggetti atti ad offendere.
Anche uno dei minori indagati, dopo la colluttazione, è ricorso alle cure dei sanitari ottenendo 5 giorni di prognosi per delle contusioni al dorso.
La materia delle risse tra giovani purtroppo ha una lunga storia ed ha subito una forte recrudescenza negli ultimi mesi, spesso a causa dell’euforia provocata dagli alcolici e dalle dinamiche di gruppo che fanno atteggiare a ‘sbruffoni’.
Fortunatamente le forze dell’ordine sono pronte ad intervenire e a ricostruire gli avvenimenti per identificare le responsabilità.
Gruppi e compagnie dovrebbero tenere in mente anche questo prima di abbandonarsi a scontri maneschi che possono avere conseguenze che possono essere anche pesanti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.