domenica 16 Gennaio 2022
2.4 C
Venezia

Riecco la MSC Opera dopo l’incidente. Oggi a Venezia con tre rimorchiatori

HomeGrandi Navi a VeneziaRiecco la MSC Opera dopo l'incidente. Oggi a Venezia con tre rimorchiatori

https://www.lavocedivenezia.it/riecco-la-msc-opera-dopo-lincidente-oggi-a-venezia-con-tre-rimorchiatori/

MSC Opera: rieccola a Venezia. La nave coinvolta il 2 giugno scorso in un incidente a poca distanza dalla Stazione marittima, ha raggiunto nuovamente oggi il porto della città per riprendere i consueti itinerari crocieristici.

Il passaggio di fronte al bacino di San Marco al traino di tre rimorchiatori è avvenuto stavolta senza alcun problema, anche se lo scafo, dissequestrato dopo le perizie, mostra ancora visibilmente i segno dell’impatto con l’imbarcazione fluviale più piccola e con la banchina in pietra d’Istria avvenuto due settimane fa.

Il passaggio davanti San Marco non ha mancato di provocare commenti da parte degli spettatori che la vedevano passare dalle rive.

Grandi Navi: Chioggia o Lido?

Intanto, nell’ambito dell’argomento “Grandi Navi”, pare escluso in modo categorico l’ipotesi che il nuovo porto crocieristico di Venezia trovi ospitalità a Marghera.

Per evitare che le grandi navi passino davanti al bacino di San Marco, a Venezia, restano in campo due ipotesi: San Nicolò al Lido e Chioggia.

Sarebbe questa la linea del ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, dopo la visita che ha compiuto perlustrando la città sia dal cielo che dalla laguna.

La decisione definitiva non arriverà in tempi immediati, ha precisato, perché c’è da realizzare il ‘protocollo fanghi’, visto il rischio che il materiale scavato sia inquinato, e bisogna discuterne la questione con le istituzioni locali e poi con i cittadini.
Toninelli non ha escluso neppure che si possa arrivare anche ad un referendum.

Quanto ai pericoli rappresentati dal transito in laguna dei ‘grattacieli del mare’ va intanto studiata un’alternativa temporanea. Ma su cosa pensi il ministro al riguardo nessuno spunto è arrivato dalla visita effettuata in città.

Toninelli contro Brugnaro.

Toninelli ha annunciato per lunedì prossimo riunioni e consulti ulteriori in vista della soluzione del problema. Ma la soluzione che si prospetta non piace al sindaco Luigi Brugnaro che insiste sul progetto dell’escavo del canale Vittorio Emanuele, da farsi subito per le navi più piccole, e in prospettiva sul nuovo porto a Marghera per le maggiori.

“Con le proposte del ministro ci teniamo il problema Grandi navi per altri cinque-sei se non dieci anni – ha detto Brugnaro -. Se non vogliamo le navi a San Marco, e lo abbiamo detto tutti, ci vuole una soluzione vera. Intanto sostengo una soluzione di emergenza ed è quella del canale Vittorio Emanuele che è in parte già transitabile”.

(foto di archivio del 2 giugno 2019)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Cognato circuisce ragazzina di 12 anni con regali e ne approfitta sessualmente, Tribunale di Venezia: niente patteggiamento

Ha abusato sessualmente di una ragazzina di 12 anni. Il responsabile è il cognato che di anni ne aveva ben più di trenta. Ne ha abusato ripetutamente ammaliandola con regali e regalini per confonderla. Finché la scuola si è accorta che...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Maestra veneziana in Terapia Intensiva. Era stata licenziata a Treviso perché “Il virus non esiste”

Sabrina P., maestra veneziana, è ricoverata in Terapia Intensiva all'Ospedale dell'Angelo di Mestre. Non vaccinata, no vax e negazionista della prima ora, era stata già sollevata da una scuola di Treviso in quanto continuava a ripetere ai bambini: "Il virus non...

Pipì in calle e bottiglie di vetro vicino a un monumento: multa e daspo per 4 giovani

Multa e daspo per quattro giovani in campo Santa Margherita a Venezia per comportamenti che violavano il Regolamento di Polizia urbana.

Il Mose funziona ma a Venezia si perdono ‘barene’

Nella Laguna di Venezia l'apporto di sedimenti, che permette alle barene (terre semi emerse con sedimenti spugnosi) di tenere il passo con l'innalzamento del livello del mare, avviene prevalentemente durante eventi dell'acqua alta. Se da un lato l'utilizzo del sistema Mose...

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Mauro da Mantova, no vax “untore”, non dà segni di miglioramento

Mauro da Mantova, no vax-"untore", noto per le sue partecipazioni radiofoniche al programma "La Zanzara", ricoverato ormai da 4 giorni in terapia intensiva, non dà segni di miglioramento, le sue condizioni permangono ancora gravissime a causa del Covid. Una decina di giorni...