7 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Sindaco trevigiano: “Medici che si fanno vaccinare sembrano comparse ad una recita”

HomeVaccinazioni obbligatorieSindaco trevigiano: "Medici che si fanno vaccinare sembrano comparse ad una recita"
la notizia dopo la pubblicità

“Medici ospedalieri che si fanno vaccinare sembrano comparse ad una recita”. A dirlo non è un no-vax però, bensì un sindaco trevigiano, medico per di più. “Non me lo inietterei”, aggiunge: “Sono perplesso, troppo pochi i soggetti testati”
Il caso esplode oggi proprio all’inaugurazione di tutti i piani vaccinali.
“I medici ospedalieri dipendenti da un’azienda sanitaria che si fanno vaccinare sotto gli occhi del loro ‘padrone’ politico e attorniati da fotografi mi sembrano le comparse di una recita. Se il vaccino è così sicuro perché non è il politico a dare il buon esempio?”.
Riccardo Szumski, sindaco indipendentista a capo di una giunta sostenuta da una lista civica a Santa Lucia di Piave (Treviso) e medico di base nello stesso comune, si dice “molto perplesso” rispetto alle basi scientifiche

che hanno portato alla produzione del vaccino in consegna da ieri in tutta Italia”.
Il numero di soggetti sui quali è stata compiuta la sperimentazione, spiega, sarebbe troppo ridotto e “io in questo momento – aggiunge Szumski – non lo inietterei su me stesso”.
“E’ molto meglio – sostiene ancora il medico – attendere quello in arrivo fra tre mesi e prodotto dalla Glaxo. Il metodo utilizzato per la sperimentazione è identico a quello per i vaccini antinfluenzali, dunque molto più collaudato”.
Relativamente ai consigli che darà ai suoi assistiti, Szumski dice che si limiterà a riferire il proprio punto di vista.
“Faranno poi quello che credono – dice ancora – tenendo anche conto, se vorranno, che in questi mesi li ho seguiti tutti uno per uno e che non c’è stato fra loro alcun decesso a causa del Covid-19”.
Il sindaco si dice infine disponibile

a cambiare opinione sul vaccino non appena ci saranno evidenze scientifiche sufficienti a convincerlo.
“Ma per ora – conclude – sull’efficacia e sulle potenzialità di protezione di quello arrivato ieri siamo fermi ai ‘si dice’, e tutto il resto mi sembra solo una grande spettacolarizzazione”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

2 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Scusate….ho dimenticato che……Forse i negazionisti da danni da VACCINI e convinti sulla sicurezza del vaccino covid19, si sono scordati di tutti i medici specialisti VIP, dei politici, senza citare nomi, che appaiono ogni momenti sui Tg, trasmissioni e social e, sulle loro dichiarazioni incoerenti. La mia Regione, il Veneto è stato protetto abbastanza? C’è stata coerenza nelle 50 sfumature di giallo-giallo plus, rosso-arancio-ri-gialloplu, virus infettivo a disco orario e a giornate a piacere? Sicuro, come no, è colpa di Roma. Da nialtri se dise “31 me chiamo fora”. Grazie

  2. Non conosco questo medico di persona ma, lo seguo nella Sua pagina Social, provo ammirazione per chi ha il coraggio di andare contro corrente. La Scienza medica non è una scienza esatta, infatti almeno in Italia non mi pare che i medici paghino giuridicamente per i loro ERRORI e se si, sono molto pochi, almeno non emergono dalla cronaca. Ricordo i morti di Bergamo, si sapeva che il Covid 19 esisteva e che era già arrivato in Italia, eppure il Sistema Sanitario Nazionale italiano si è fatto sono trovare impreparato e durante l’estate già prevedendo la seconda e terza ondata, non mi pare abbia fatta del suo meglio, anzi….il VACCINO era il programma ed il progetto dove arrivare. Come dice il Dott. Szumski, ora come ora lo trovo anch’io una pagliacciata. Chi è il negazionista, non e Lui, nè tutti coloro che mettono in dubbio l’efficacia ed i possibili danni, ‘di UN VACCINO SPERIMENTALE CON BASSO PERIODO DI IMMUNITA’. Letto i commenti NON BELLI contro il dott. Szumki, di persone convinte su questo VACCINO, tra cui un medico e qualche infermiere/a, sono convinta che, i negazionisti siano proprio chi è CONVINTO di questa soluzione, mentre da sempre chi ha dubbi è saggio e cauto, qualità che derivano da innata intelligenza. Chi nega i danni da VACCINO è ottusamente pericoloso per loro stessi e per l’intera specie umana, di questo VACCINO si dice modifichi il DNA, l’AIFA metta per iscritto che così non è. E comunque non è lecito OFFENDERE con vocaboli e frasi incivili e faccetta con il vomito. Si vaccinino loro e lascino la libertà di scelta altri altri, sono immunizzati e non devono temere nulla. Sono loro i NON DEMOCRATICI. La vita riserva sorprese, non siano tanti agguerriti, non si sà mai che siano vittime di loro stessi. Vedano con i loro occhi chi è stato danneggiato da vaccino, poi ne parli, non prima a caso. Questa gente da che pulpito condanna? Chi sono per poter prendere di avere SEMPRE e COMUNQUE RAGIONE? Cordiali saluti

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Banchi souvenir in Piazza San Marco: più grandi e più ordinati

In arrivo nuove regole per i banchi di souvenir in piazza San Marco: stamani il sopralluogo sul posto  dell'assessore Costalonga. Il Comune è infatti al lavoro per riformare il vecchio regolamento per gli ambulanti del mercato di piazza San Marco, risalente al...

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott. Dina Sandon è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Walter Onichini è in carcere, Zaia: “Mattarella conceda la grazia”

Caso Onichini: Zaia chiede la grazia per il macellaio che è in carcere per aver sparato al ladro. "Mi rivolgo al capo dello Stato e chiedo che venga concessa la grazia a Walter Onichini", sono state le parole del presidente della Regione...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".