venerdì 28 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Resta aperta la scuola primaria Vivarini di Sant’Erasmo

HomeVenezia isoleResta aperta la scuola primaria Vivarini di Sant’Erasmo

Il nuovo anno scolastico, che prenderà il via a breve, non comporterà cambiamenti per le scuole primarie di Sant’Erasmo e Burano dell’Istituto comprensivo Ugo Foscolo: la scuola primaria Vivarini di Sant’Erasmo non verrà chiusa e sarà evitata la formazione di una pluriclasse alla scuola primaria Di Cocco di Burano.
Il risultato è stato raggiunto grazie a un tavolo di lavoro e reciproca collaborazione, avviato dal mese di maggio su richiesta del Comune di Venezia di fronte alle preoccupazioni rappresentate da molti genitori, tra l’assessorato comunale alle Politiche educative, l’assessorato regionale all’Istruzione e l’Ufficio scolastico regionale per il Veneto. Al centro dell’attenzione da parte delle istituzioni una valutazione della specificità in ambito scolastico del centro storico e delle isole di Venezia, e la consapevolezza di come la scuola rappresenti un punto di forza del tessuto sociale, presidio di aggregazione sociale e comunità.

Nel caso dell’Istituto Vivarini – viene sottolineato – la soluzione è stata trovata grazie all’impegno del Comune di Venezia che, pur in assenza di un organico di diritto – a causa del numero di iscritti ben inferiore anche alla soglia della deroga -, garantirà il mantenimento del plesso, e grazie allo sforzo in autonomia dirigenziale della Direzione scolastica che è riuscita a creare le condizioni, in termini di organizzazione di risorse, per assicurare che la scuola continui a essere un presidio dell’isola.

Anche per quanto riguarda la primaria Di Cocco la soluzione è stata ottenuta facendo leva sull’autonomia dirigenziale: anziché la pluriclasse prospettata partiranno una classe prima e una classe seconda distinte.

Anticipando l’attivazione di un dialogo più ampio che coinvolgerà anche l’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa, da oltre 90 anni punto di riferimento per la ricerca educativa in Italia, la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale per il Veneto, Carmela Palumbo, sottolinea: “La specificità delle scuole delle piccole isole di Venezia, in particolare di Sant’Erasmo, è stata oggetto di uno sforzo congiunto con l’obiettivo di garantire la piena fruizione del diritto allo studio anche agli alunni di queste realtà scolastiche. Le risorse messe a disposizione dell’istituto scolastico dal Ministero e l’organizzazione della didattica improntata alla flessibilità hanno permesso di ottenere un risultato soddisfacente per le famiglie. Ora l’intento, in particolare dell’Ufficio Scolastico Regionale, è quello di inserire le scuole delle isole veneziane in un progetto organico, coordinato scientificamente da INDIRE, per promuovere l’adozione delle migliori e più innovative metodologie didattiche sperimentate a livello nazionale”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Sciopero Actv di 24 ore lunedì 13 dicembre. I servizi garantiti

AVM/Actv informa che l’organizzazione sindacale CUB Trasporti ha confermato la proclamazione di sciopero di 24 ore per lunedì 13 dicembre. Lo sciopero potrebbe interessare il personale Actv e AVM dei servizi navigazione, automobilistici, tranviari, People Mover, degli uffici AVM (sosta e ztl...

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...

“Mi sono trovata visitatori alle spalle in casa mia! Io grido e loro: ‘Ma non è tutto Biennale?’ “

L'articolo che avete pubblicato ieri sui turisti per la Biennale alla Celestia contiene un grande fondo di verità. Dopo averlo letto mi sono decisa a scrivervi per raccontarvi un fatto che mi è appena accaduto. Abito in una laterale di via Garibaldi,...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Venezia e la crisi del turismo: una guerra a colpi di ribassi

Venezia, la crisi del turismo, ovvero: hotel a “tre stelle” per 23 euro. Chi pensava che il turismo a Venezia avesse già toccato il fondo sarà costretto a ricredersi. La drastica diminuzione degli arrivi unita alla saturazione del mercato ricettivo hanno...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

La confessione di chi è “scappato” da Venezia: “Vetrerie, portieri, bugie…”. Lettere al giornale

In risposta alla lettera al giornale: "Il lusso dei grandi alberghi veneziani porta ricchezza? La confessione di Jacopo, portiere per 5 anni". Il sistema delle vetrerie è stato creato grazie alle sale, praticamente dei supermercati del vetro ( dove gira anche vetro...

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Processo del lavoro e prova per testimoni: la delicata posizione del collega-testimone

In questo articolo analizzeremo la delicata posizione del testimone all'interno del processo del lavoro e come tale problematica stia evolvendo alla luce della crescente precarizzazione della forza-lavoro. Nel rito speciale del lavoro, come più in generale nel processo civile, è ammessa la...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...