24.4 C
Venezia
domenica 01 Agosto 2021

Rapina a Rialto, picchiata a sangue negoziante dei sottoportici

HomeNotizie Venezia e MestreRapina a Rialto, picchiata a sangue negoziante dei sottoportici

Rapina a Rialto, picchiata a sangue negoziante dei sottoportici

Una rapina così a Venezia non si era ancora mai vista. Così cruenta, così violenta, così determinata. La rapina ha luogo a Rialto in una delle gioiellerie storiche appena si entra sotto i portici, attorno alle 15.30. La strategia è diabolica e devastante: appena il negozio resta vuoto entrano i due malintenzionati, uno abbassa la saracinesca e resta di guardia, l’altro comincia a picchiare con tutta la violenza possibile la donna al banco con calci e pugni.

I due rapinatori con un piano semplice ma studiato hanno assaltato in modo fulmineo, se che nessuno se ne rendesse conto all’esterno nonostante la via molto trafficata, l’oreficeria storica di Ruga degli Oresi, nel sestiere di San Polo al civico 72.

La titolare del negozio è stata picchiata ferocemente dai due banditi: i malviventi sono entrati fulmineamente nell’oreficeria, dove si trovava la titolare ed hanno subito abbassato la saracinesca.

Poi si sono avvicinati alla titolare, una 53enne, e l’hanno aggredita. La donna ha tentato una vana difesa, ma è stata colpita con calci e pugni, anche alla testa, e lasciata sanguinante a terra.

Quindi i due hanno razziato in pochi secondi monili e gioielli e sono usciti dal negozio, dileguandosi tra le calli del centro storico veneziano.

Sul posto sono giunte le volanti della polizia, ed i sanitari del Suem 118 che, dopo una prima medicazione sul posto, hanno condotto la commerciante all’ospedale di San Giovanni e Paolo.

Laura Beggiora

27/10/2016

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. se beccassero questi figli di mignotta e gli dessero 20 veri,non quelli di adesso, di galerasarebbe giè qulcosa e meno male che l’orefice non aveva una pistola se ne prendeva uno e lo mandava all’altro mondo,in galera ci finiva lei con questi garantisti di minchia che ci ritroviamo

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.