Rapina a Marghera finisce in finimondo: feriti due commessi

ultima modifica: 09/11/2020 ore 06:25

2424

Rapina a Marghera finisce in finimondo: feriti due commessi

Rapina a Marghera sfocia in violenza e termina con due commessi feriti. E’ accaduto nel negozio ‘Pittarosso’ in cui sono arrivati i Carabinieri per bloccare il ladro violento.
Si tratta di un marocchino irregolare e pregiudicato, F.Y. classe 1981, arrestato ieri sera dai Carabinieri della Compagnia di Mestre.
L’uomo aveva deciso di rifarsi il guardaroba gratis nel centro che si trova in zona Panorama, evidentemente certo di farla franca, senza passare dalle casse.
E’ stato così che


si è appropriato di uno zaino in vendita per passare poi a ben quattro paia di scarpe senza mai avere idea di pagare l’intero conto, rimuovendo le placche dell’antitaccheggio, cercando di superare la cassa. Peccato che a tradirlo è stato proprio l’antitaccheggio posto sullo zaino, che ha fatto scattare l’allarme.
A quel punto giunge l’addetto alla sicurezza che lo blocca contestandogli il furto.
L’uomo, per niente intimorito dall’apprezzabile mole del vigilante e dal fatto di essere in fallo, reagiva rabbiosamente aggredendo l’addetto alla sicurezza con calci, pugni e spintoni, coinvolgendo nella lite anche una commessa, fino a

procurare loro svariate ecchimosi.
L’allarme immediatamente diramato dalla direzione al 112 ha visto il pronto arrivo del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre: i militari trovavano l’uomo ancora in stato di agitazione, bloccandolo e traendolo in arresto definitivo per rapina, mentre il vigilante veniva soccorso e fatto medicare.
Il giovane rapinatore portato in caserma per gli adempimenti del caso, veniva portato in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here