27.5 C
Venezia
martedì 22 Giugno 2021

Ragazzine molestate in patronato: proposte oscene per 50 euro

HomeViolenza sessualeRagazzine molestate in patronato: proposte oscene per 50 euro

Ragazzine molestate in patronato: proposte oscene per 50 euro e nessuno chiama la polizia

Studentesse di 15-17 anni si prostituivano per 20 euro. Rapporti anche a scuola
Una brutta vicenda, per tre ragazzine, accaduta dentro il patronato San Sebastiano di Vigonza in un luogo da sempre considerato sicuro e dove le famiglie affidano tranquille i propri figli.

Sono state avvicinate da un uomo che ha rivolto loro proposte indicibili e oscene, in cambio di 50, 100 euro. Era sabato pomeriggio e dopo essere state in pasticceria a bere una cioccolata calda, sono andate in patronato, abitudine consueta e gradita, dopo una settimana di scuola.

Quell’uomo spregevole ha più volte insistito con le ragazzine, ma loro, fortunatamente non gli hanno dato retta, ne hanno parlato invece con il barista del patronato e con alcune persone che giocavano a carte, che hanno consigliato alle ragazze di non uscire, di trattenersi all’interno del patronato.

Una di loro ha chiamato a casa e subito sono state raggiunte da un genitore, che si è rammaricato del fatto che gli adulti presenti e informati non abbiano reagito chiamando la polizia, pur avendo consigliato alle tre sventurate di non uscire.

Ieri mattina le quattordicenni, accompagnate dai loro genitori, sono andate alla stazione dei carabinieri di Pionca di Vigonza per la denuncia e per fortuna ci sono le telecamere e la lettura dei filmati che dovrebbe portare al riconoscimento di quel tale che non si è fatto scrupolo di violare la vita di ragazzine adolescenti, scosse e ferite da questa brutta storia.

Sembra che l’uomo sia già stato individuato e che i carabinieri siano a due passi dall’arresto, ma oltre alla rabbia dei genitori e la preoccupazione per la violenza morale subita dalle tre ragazzine, rimane l’amaro in bocca per il comportamento degli adulti che non hanno sentito il bisogno e il dovere di reagire subito, di assumersi la responsabilità di chiamare le forze dell’ordine o i vigili urbani di fronte a un fatto increscioso, anche questo è un problema di una certa importanza, che inquieta.

Andreina Corso

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor