Gianluca Stival
Gianluca Stival
Gianluca Stival
4C
Venezia
mercoledì 03 Marzo 2021
HomeNotizie di aperturaRagazzine sdraiate sui binari per fare un selfie. Fortunatamente arriva la Polfer

Ragazzine sdraiate sui binari per fare un selfie. Fortunatamente arriva la Polfer

Il macchinista svenuto, il treno corre senza guida
L’incoscienza, pur innocente, può costare la vita.
Quando una assurda sfida con la morte diventa un gioco, una posa, una stravaganza da regalare al mondo del web e in fondo anche alla sua spregiudicatezza comunicativa, quando sono due ragazzine a sdraiarsi sui binari di una tratta ferroviaria e bearsi di selfie da inviare subito, prima che passi il treno, all’indispensabile oramai (ahi loro e ahi noi!) face book e compagnia, che dire?

Se lo sono chiesti amaramente gli agenti della Polifer della linea Udine Cividale del Friuli, che hanno assistito alla scena, convinto le ragazze ad alzarsi e dopo una sgridata, un ragionamento dissuasivo per gesti così assurdi, informato le famiglie.

Rimane una domanda: perché l’hanno fatto? E la ragione per la quale questa non è la prima volta, tanti altri ragazzi le hanno anticipate, costringendo la Polifer ad aumentare il personale di controllo.

Ecco che ora si scomodano tutti gli esperti di giovani e media, si assegna la colpa al cellulare, al mondo moderno, i ragazzi non possono rinunciare ad imitare i coetanei, questo è lo specchio dei tempi.

Mala tempora currunt, dicevano gli antichi, è vero, sono brutti tempi questi che dissociano la ragione dalla ragionevolezza. E lo sono ancor di più quando l’imitazione e l’adattamento ai sistemi comunicativi in voga fra i giovani (e non solo), arrivano a comportamenti che mettono in “gioco” la vita stessa.

Che fare quindi? Educare, educare, dicono gli adulti, la famiglia, la scuola devono dissuadere ad un uso eccessivo di questi mezzi magici e insieme feroci. E poi l’appello rassicurante alla responsabilità…

Forse si potrebbe iniziare proprio da una semplice verifica. Quanto usano i telefonini gli adulti? Cosa guardano? Quanti in famiglia sono presenti su face boook e simili? E gli insegnanti?
E’ evidente che se non succede qualcosa da un punto di vista culturale che modifichi lo status quo, non rimane che aggiungere a mala tempora currunt…sed peiora parantur (Questi sono brutti tempi… ma si preparano tempi peggiori).

Andreina Corso | 30/09/2016 | (Photo d’archive) | [cod actvme]

Data prima pubblicazione della notizia:

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

Le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate [il video]

Rialto, la banda di aggressori ha le ore contate. Hanno urinato sul ponte di Rialto e colpito chi li ha rimproverati. Non sapendo, probabilmente, che...

“Ci viene impedito di issare la bandiera di San Marco. Danno alle generazioni veneziane”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. "L' Associazione culturale wsm Venexia Capital tiene a far sapere che a Venezia non è possibile commemorare la nascita del Doge Morosini...

Auto si capovolge, giovane donna perde la vita. Ultima ora

Auto si capovolge, una giovane donna ha perso la vita. Un incidente mortale quello che si è verificato questa sera alle 21.30 a Salzano,...
spot

Aggressione a Rialto: denunciato un ventenne, individuati due amici

Il comandante della Polizia locale, Agostini: "Venezia è una città sicura e sotto controllo, grazie anche alla collaborazione con le altre forze di polizia...

Ricercato internazionale arrestato a Venezia, faceva colazione in un hotel di lusso

Come in un intrigo internazionale, di quelli che si vedono nei film o nei romanzi ad alta suspense , il giallo si conclude con...

Assembramenti a Venezia, Polizia chiude bar

Veneto ancora zona gialla ma non deve venire meno l'attenzione per le norme anti-contagio. Nella giornata di ieri, invece, la Sezione Polizia Amministrativa del Commissariato...
le notizie più lette dopo la pubblicità
Loading...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Morto Antonio Catricalà. E’ suicidio

Antonio Catricalà è morto. Aveva 69 anni. Ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Catricalà si sarebbe suicidato in casa. La scoperta...

Covid ospedaliero a Venezia in ripresa: 22 ricoveri in due giorni

Covid Venezia, numeri in ripresa di riflesso agli indicatori che arrivano dalla situazione regionale e nazionale. 22 altre persone si sono ricoverate in due giorni...
spot

Covid, a Mestre centro sabato tamponi rapidi gratuiti

Domani, sabato, a Mestre, in piazzale Donatori di Sangue, sarà possibile sottoporsi al test del 'tampone rapido'. L'esame sarà eseguito con tampone di terza generazione. In...

Nuovo Dpcm: niente riaperture fino a Pasqua

Nuovo Dpcm: il governo non allenta le misure. "Le variante inglese, a maggior diffusione, sarà presto prevalente. L'Rt si appresta a superare la soglia...

Aggiornamento Covid: balzo dei positivi

Covid Veneto: è allarme per un nuovo forte balzo dei positivi. Nuovi contagi Covid in Veneto oggi: si registrano 1.304 positivi al virus in 24...
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.