Ragazza violentata a Roma, è stato un militare di marina

ultimo aggiornamento: 02/07/2015 ore 07:06

151

ragazza violentata roma Giuseppe Franco militare marina

Ragazza violentata a Roma, è stato un militare. Un militare di marina, troppo in forma per cercare di fargli resistenza. Un marinaio, alto e palestrato. Jeans e maglietta verde attillata con stampato un fiore sul petto quello che è stato visto essere portato via in manette dalla questura al carcere.
Capelli scuri corti e sguardo torvo, è il presunto stupratore della sedicenne violentata due sere fa in un prato incolto vicino al Tribunale di Roma, in una zona centrale della capitale.
La ragazza violentata lo ha riconosciuto senza alcun dubbio.
E’ Giuseppe Franco, 31 anni, originario della provincia di Cosenza, in servizio all’Arsenale della Marina.
La squadra mobile l’ha individuato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, ad alcune testimonianze e ai suoi errori. E così il presunto autore della violenza sessuale sulla ragazza che tornava da uno spettacolo con le amiche è stato fermato: il pm Eugenio Albamonte chiederà la convalida al Gip.

Giuseppe Franco si sarebbe difeso parlando di un rapporto consensuale. Una difesa per ora labile perchè mancano riscontri alla sua versione.
Gli uomini del capo della Mobile Luigi Silipo hanno incrociato il racconto della vittima, delle due amiche e della madre di una di loro con i video delle telecamere della zona (piazzale Clodio, quartiere Prati, a due passi dalla procura).
Poco lontano dal capolinea degli autobus, dove l’uomo si è presentato alle adolescenti come un falso poliziotto, hanno trovato legata la bicicletta con cui Franco si era mosso quella sera. Si sono appostati e la notte successiva hanno sorpreso un altro uomo, il fratello del fermato, che era andato a recuperare la bici.


In casa di quest’ultimo – denunciato per favoreggiamento – era nascosto il marinaio. Nell’appartamento i poliziotti hanno

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here