23.3 C
Venezia
lunedì 20 Settembre 2021

Quota patrimoniale Isee ingiusta e da rivedere. Lettere

HomeIseeQuota patrimoniale Isee ingiusta e da rivedere. Lettere

La povertà incolpevole della popolazione nazionale va aiutata.
Mi spiegate come fa una famiglia a vivere con ISEE non superiore a Euro 8.788,99?
Con tale cifra puoi vivere solo per la strada, almeno se non riesci a fare il furbo.
Mi spiegate se credete veramente che sia un indice patrimoniale corretto?
Un risparmio tolto dal proprio reddito fisso e conteggiato al lordo, se viene depositato in conto corrente va conteggiato due volte, due volte si pagano le tasse, quindi l’inconveniente è che il risparmio del dipendente a REDDITO FISSO nuoce a se stesso.

Sacrificarsi per il proprio futuro in ITALIA, adesso, NUOCE GRAVEMENTE A SE STESSI ED ALLA FAMIGLIA.
Non vi sembra che questa ingiustizia porti a peggiorare la situazione di disagio sociale di famiglie italiane?
Lo Stato Italia DEINDUSTRIALIAZZATO PER VOLONTA’, aiuta ed ha aiutato le imprese ad espatriare in Stati esteri portando gli italiani in PIENA POVERTA’ INCOLPEVOLE e per maggior ragione i rappresentanti votati dal popolo devono battersi per un’equità sociale per gli ITALIANI.

Contro il dilagare della povertà incolpevole degli italiani è’ tempo di difendere chi ha meno e paga di più.

Cordiali saluti

Patrizia Pensa
30123 Venezia

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Quel che è più tragico è che ormai molte voci di spesa non sono più rapportate al reddito, ma sono fissi per ricchi e poveri, come ad esempio il costo della carta d’identità (tra l’altro più che raddoppiato perché… è digitale), la manutenzione obbligatoria della caldaia, ecc.
    E devi rinunciare ad una pizza al mese o un pranzo almeno a Natale per pagare internet o lo smartphone perché l’Italia ormai è digitale! Tutto comodo, vero? Bellissimo digitalizzare tutto a spese dei cittadini.
    A nessuno importa se si vive con un Isee da 8.800 euro, tra l’altro fatto con un’ingiusta valutazione dei depositi in banca che rendono zero di fatto, ma nell’Isee vengono “fatti valere” con un tasso indice dei BTP, anche dlel’1 %!
    E mai sia dare un panino (dove sai cosa c’è dentro) per pasto ai figli a scuola: bisogna pagare la mensa per forza, anche se fatta con gara al ribasso e fa da mangiare schifo o trovi topi dentro al cibo!
    E questa è la democrazia, il progresso, la digitalizzazione e l’evoluzione civile della società italiana. Il Bel Paese…
    Vergogna!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor