Protesi d’anca ‘personalizzata’ creata con stampanti 3D fa di nuovo camminare paziente

ultimo aggiornamento: 28/01/2020 ore 12:25

622

Protesi d'anca creata con stampanti 3D all'ospedale di Ferrara

Protesi d’anca creata con stampanti 3D e impiantata a paziente 70enne che è già tornata a camminare.

La rivoluzionaria tecnica ha visto la costruzione di una protesi d’anca ‘personalizzata’ e realizzata su un modello costruito con stampanti 3D.

La protesi è stata impiantata a una paziente 70enne, che presentava un grave un problema di mobilitazione asettica ed era già stata sottoposta ad altre operazioni chirurgiche, all’ospedale Sant’Anna di Ferrara.

L’intervento, che ha permesso all’anziana di tornare a camminare senza dolore e con una piena mobilità dell’anca, è stato eseguito dall’equipe guidata dal professor Leo Massari, direttore della Clinica ortopedica dell’Università e dell’Unità operativa di Ortopedia dell’ospedale di Cona.

L’operazione è stata preceduta da accertamenti clinici, da una Tac che ha ricostruito anche a livello tridimensionale l’area dell’intervento e dalla ricostruzione in 3D della anatomia alterata.

“Dovendo intervenire con un reimpianto con ancoraggio su un osso residuo, soluzione non possibile con le protesi che usiamo normalmente – ha spiegato Massari – abbiamo chiesto la collaborazione dei bioingegneri”.

Riproduzione Riservata.

 

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here