11.9 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Procuratore della Repubblica a Polizia Municipale di Venezia: grazie

HomeSicurezzaProcuratore della Repubblica a Polizia Municipale di Venezia: grazie
la notizia dopo la pubblicità

Procuratore della Repubblica a Polizia Municipale di Venezia: grazie

“Grazie per quello che avete fatto per la nostra città, per garantire la tranquillità dei cittadini, per aver fatto onore alla vostra divisa, per un’attività di vera e propria forza di Polizia giudiziaria”.
Con queste parole il procuratore della Repubblica facente funzioni, Adelchi D’Ippolito (nella foto con il microfono in mano) ha voluto esprimere l’apprezzamento della Procura della Repubblica al Corpo della Polizia municipale di Venezia per l’importante lavoro svolto nel corso del 2016.

All’appuntamento promosso al Tronchetto, al Centro di Formazione “Itaca” del Comune di Venezia, a cui hanno partecipato tutti i responsabili di servizio e delle strutture della Polizia municipale, sono intervenuti anche l’assessore comunale alla Sicurezza urbana, Giorgio D’Este, e il comandante generale della Polizia municipale, Marco Agostini.

44 arresti in flagranza e oltre 5 chilogrammi di sostanze stupefacenti sequestrate tra eroina (516 gr), hashish (964 gr) e marijuana (3,6 Kg): dati alla mano il Procuratore ha ricordato l’attività di polizia giudiziaria svolta per tutelare la sicurezza della collettività, a cui si è aggiunto un impegno costante in materia di anti borseggio, con 49 denunce e 24 arresti, di controlli sul fronte dell’edilizia con 1734 verifiche effettuate e di rilievo di incidenti stradali, 615 di cui dieci mortali.

“La città conta su di voi – ha aggiunto D’Ippolito . La Procura sa che ci siete e dalla vostra presenza traiamo tutti motivo di maggiore tranquillità”. “Ci occupiamo quotidianamente della sicurezza della popolazione. I risultati ottenuti sono il frutto del lavoro di tante persone – ha dichiarato Agostini. A volte soffriamo di essere considerati ‘Figli di un Dio minore’. Queste affermazioni, sono motivo di forte orgoglio e soddisfazione”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...