venerdì 21 Gennaio 2022
-0.4 C
Venezia

Prefetto di Venezia: “Servono nuove misure per evitare la zona arancione”

Homezona arancionePrefetto di Venezia: "Servono nuove misure per evitare la zona arancione"

Covid: il prefetto di Venezia si è così espresso oggi: “Servono nuove misure per evitare la zona arancione”.
“Ho sentito anch’io i telegiornali e penso che dei provvedimenti siano necessari”.
Sono le parole del prefetto, Vittorio Zappalorto, a commento della probabile stretta del Governo per contenere la diffusione dei contagi da Covid-19.
“Credo che anche noi dovremo allinearci a quello che sta succedendo un po’ in tutta Europa. – ha spiegato – Speravo che l’Italia rimanesse un po’ fuori dalla cerchia dei Paesi più rigorosi, perché questo ci avrebbe dato un vantaggio economico indubitabile”.
Il prefetto si auspica di poter evitare la zona arancione, “ma dovremmo fare qualcosa di più per evitare di arrivare a quel punto”, ha concluso.

Il Veneto è intanto ufficialmente da oggi in zona gialla. L’ordinanza del governatore Luca Zaia, come è noto, aveva però anticipato dallo scorso weekend le misure più restrittive sul piano della prevenzione: mascherine sempre obbligatorie all’aperto, e frequenza dei tamponi ogni 4 giorni per medici e infermieri.
Provvedimento lodato da Nursing Up, il sindacato infermieri, quest’ultimo, che ha lanciato un appello alla Conferenza Stato Regioni, affinché “tutte adottino gli stessi criteri, sia in tema di frequenza di tamponi, che di che in tema di monitoraggio dei livelli anticorpali al personale sanitario”.

Intanto fa discutere la proposta dell’assessorato alla sanità del Lazio per rendere obbligatorio il vaccino, vista la recrudescenza del virus con la variante Omicron.
Proposta che, come noto, non convince il governatore Zaia.
Quello che è certo è che l’emergenza che le Regioni si trovano ad affrontare è quella degli ospedali, con l’aumento dei ricoverati Covid che va a paralizzare tutte le altre prestazioni sanitarie. Il bollettino odierno da’ conto di questa difficoltà.
Con 61.404 (+1.243) soggetti attualmente positivi, la situazione ospedaliera subisce un aumento dello stress: i ricoverati nei reparti non critici sono 1.119 (+14), quelli in terapia intensiva 167 (+8) .

Proprio questi numeri, secondo il Pd regionale, destano allarme.”La situazione è grave – sostengono i Dem – Dall’ultima riunione della cabina di regia sul monitoraggio della pandemia,la nostra regione è l’unica considerata a rischio sanitario alto. Ad oggi il 15% dei posti letto in terapia intensiva è occupato, ma i conti sono fatti sul totale degli attivabili nello scenario peggiore. Se contiamo esclusivamente i 560 previsti dalle schede la percentuale è oltre il 26%. Per questo chiediamo cosa stia facendo la Regione per l’attivazione dei restanti 500 in termini di personale, considerata la situazione di stress già esistente”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

Quando i no vax finiscono in ospedale e cambiano idea sul vaccino. Di Andreina Corso

Aumentano di giorno in giorno le persone contrarie al vaccino, colpite dal Covid, che dopo un’esperienza ospedaliera traumatica scelgono di vaccinarsi e cercano di convincere gli altri a fare altrettanto. Quando la malattia ancora non ti tocca, quando ti è sconosciuta la...

Salvi abitanti delle isole: possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base

"Salvi", si fa per dire, gli abitanti delle isole: è possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base fino al 10 febbraio. E' tutt'ora considerata un'eccezione, quindi il nuovo documento parla dei soli motivi di salute e di studio, ma è sicuramente...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Tornelli a Venezia per gli arrivi: a volte ritornano

Con il turismo che ha ripreso e le folle a Venezia si ripropone il problema del controllo dei flussi. Ritornano i tornelli che non saranno come quelli installati nel 2018 ai piedi dei ponti di Calatrava e degli Scalzi in previsione...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...