7.5 C
Venezia
sabato 23 Gennaio 2021

Polfer, oltre 5 chili di sostanze psicotrope sequestrate tra i treni: il bilancio del 2020 in Veneto

Home Sicurezza Polfer, oltre 5 chili di sostanze psicotrope sequestrate tra i treni: il bilancio del 2020 in Veneto
sponsor

Polfer, oltre 5 chili di sostanze psicotrope sequestrate tra i treni. E’ quanto emerge dal bilancio consuntivo 2020 dell’attività svolta dalla Polizia nelle stazioni e sui treni in Veneto.
Nel corso dell’anno appena concluso, sono state complessivamente 98.292 le persone sottoposte a controllo identificativo dal personale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto: di queste, 554 sono state indagate e 36 sono state arrestate, in particolare per reati contro il patrimonio o inerenti al traffico di stupefacenti. Oltre 5 kg di sostanze psicotrope sono stati sequestrati dagli operatori della Polizia Ferroviaria.
94 i cittadini stranieri trovati in posizione irregolare e 455 le contravvenzioni comminate ai sensi del Regolamento di Polizia Ferroviaria, del Codice della Strada e di altre normative.
53 i minori rintracciati e affidati alle famiglie o alle comunità ospitanti.
Per quanto concerne, l’attività di contrasto alla microcriminalità sono state 10.946 le pattuglie impiegate, mentre 489 sono stati i servizi specifici antiborseggio, attuati in abiti civili, sia negli scali ferroviari, che a bordo dei treni, lungo le tratte di competenza. Numerosi anche

sponsor

i servizi di vigilanza sui treni svolti allo scopo di garantire serenità e sicurezza ai viaggiatori: 584 le pattuglie a bordo dei convogli per un totale di 849 treni presenziati, sulle tratte ferroviarie più sensibili.
Costante anche l’azione di prevenzione, in tutte le stazioni di competenza, in relazione alla normativa anti Covid-19, che ha condotto, lo scorso mese di ottobre, all’arresto per minaccia e resistenza a P.U. di un uomo che, positivo al Coronavirus, cercava di salire su un treno alla stazione di Venezia.
L’attività della Polizia Ferroviaria, però, non è stata focalizzata esclusivamente sulla prevenzione e repressione dei reati, ma, quale Polizia di prossimità, si è concretizzata anche in momenti di vicinanza e sostegno ai cittadini, come, ad esempio, all’inizio dell’anno, quando un anziano signore di 89 anni, partito in treno da Verona, avrebbe dovuto raggiungere un conoscente che lo attendeva in stazione a Venezia S.L., ma, convinto di essere giunto a destinazione, è sceso alla fermata di Porto Marghera. Dopo aver seguito il sentiero di

commercial

servizio, tra i binari di marcia del treno, sentendosi smarrito, ha contattato telefonicamente la persona che lo stava attendendo nella città lagunare, la quale ha chiesto l’intervento della Polizia Ferroviaria di Venezia S. Lucia; gli agenti si sono subito attivati ed hanno rintracciato e messo in salvo l’anziano, facendolo ricongiungere con il suo amico.
A giugno, avventura a lieto fine, grazie all’intervento del Centro Operativo Compartimentale, anche per un altro anziano, un ottantaduenne in viaggio con il figlio sulla linea Venezia – Trieste.
L’allarme è scattato quando l’uomo ha perso di vista il figlio e non è riuscito a scendere con lui alla stazione di S. Donà di Piave, rimanendo a bordo del treno. Non potendolo contattare, in quanto il padre era privo di cellulare, il figlio si è rivolto alla Polizia Ferroviaria che, compresa la dinamica dell’accaduto, ha attivato le ricerche dell’anziano. Grazie all’azione sinergica degli operatori della Polizia Ferroviaria e del personale di bordo di Trenitalia, l’uomo è stato rintracciato alla stazione di S. Stino di Livenza, dove ha potuto essere raggiunto dal figlio.

Degna di menzione pure la vicenda di Oliver, il cagnolino che allontanatosi dalla casa dei suoi proprietari durante un trasloco e giunto nella stazione di S. Donà di Piave ed è salito su un treno diretto a Venezia. Una volta a bordo, la bestiola, disorientata, ha attirato l’attenzione di una signora che ha avvisato il capo treno. E’ così scattata la segnalazione alla Polizia Ferroviaria. Quando il convoglio è giunto alla stazione di Venezia S. Lucia, gli Agenti sono intervenuti per prendere in custodia il cagnolino e attivare gli accertamenti, che hanno consentito di rintracciare e contattare il proprietario di Oliver.

Una recente vicenda, accaduta nella stazione di Padova, nel periodo natalizio, ha visto coinvolta una signora
nigeriana, con due figli minori, in questo caso, la donna, in lacrime, si è rivolta al personale della Polizia Ferroviaria, in quanto, priva di denaro, non sapeva dove trascorrere la notte e non aveva nessuno a cui chiedere aiuto. Gli operatori si sono immediatamente attivati, contattando varie strutture di accoglienza, e riuscendo così a farle vivere in serenità le festività natalizie.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...
commercial

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...
sponsor

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Esplode la casa, morti due anziani. Forse colpa perdita Gpl dello stabile

Padova, San Giorgio in Bosco, teatro della tragedia di questa mattina legata agli impianti di riscaldamento. A causa dello scoppio e conseguente incendio nell'appartamento, due...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...
commercial

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Virus, c’è una nuova “variante”. Bloccati tutti voli dal Brasile

Virus, c'è una nuova "variante" dopo quella definita "variante inglese". Altrettanto maggiormente aggressiva e pericolosa? Le uniche cose certe al momento sono che l'Italia ha...

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Nuovo Dpcm voce per voce. Zone gialle, arancione, rosse: cosa si può e non si può fare

Nuovo Dpcm voce per voce. E' aperta la scuola? Posso muovermi da casa? Il nuovo Dpcm, ovvero: cosa è consentito e cosa è vietato nell'Italia divisa...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.