9.1 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Hanno perso la casa a 60 anni. Sfrattati, minacciano di far saltare tutto

HomeVicenzaHanno perso la casa a 60 anni. Sfrattati, minacciano di far saltare tutto
la notizia dopo la pubblicità

Tutto il dramma dell’incubo di perdere la casa nella vicenda di oggi a Vicenza. La disperazione di vedersi portare via il tetto dopo a sessant’anni dopo una vita di lavoro e sacrifici può portare a gesti inconsulti.

Una storia che spezza il cuore e contemporaneamente provoca rabbia in quanto presenta diversi punti oscuri che dovrebbero essere chiariti, visto che in origine la casa era di proprietà di marito e moglie sessantenni.

Investimenti sbagliati? Abuso della ingenuità? Truffa ai danni di una coppia “normale”? Le ipotesi ci stanno tutte fino a che la vicenda, finalmente oggi giunta nelle mani di un giudice, troverà chiarezza.

Oggi era la giornata cruciale, era la data dello sfratto esecutivo con sloggiamento con forza pubblica. Fortunatamente, almeno per il momento, la situazione è stata congelata.

Lo sfratto immediato dei due coniugi vicentini che nei giorni scorsi avevano minacciato di farsi esplodere o darsi fuoco all’interno della casa dove abitano a Creazzo, uno dei comuni dell’hinterland di Vicenza, è stato sospeso in extremis.

Oggi l’ufficiale giudiziario, che avrebbe dovuto arrivare nell’abitazione assieme alle forze dell’ordine, ha comunicato alla coppia di aver rimesso tutta la questione nelle mani di un giudice, che ora avrà il compito di ricostruire l’intera vicenda.

La coppia ha raccontato di essere stata truffata da una persona, che ritenevano loro amico, che li ha indotti a cedere la proprietà della loro abitazione ad un’agenzia immobiliare, anche se poi la stessa casa è passata di mano ad altre società, l’ultima delle quali ha proceduto con la richiesta dello sfratto.

Nonostante il gesto distensivo di oggi la coppia aveva già introdotto nella cucina catene e bombole di gas per far intuire le loro minacce.

Oggi annunciano che continueranno la loro battaglia, sostenendo in alcun modo di non voler lasciare la casa dove abitano.

Luca Calloni

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Luca Calloni
Regista di eventi e spettacoli, curatore di concerti, dee jay e conduttore radiofonico, indimenticabile amico e co-fondatore de 'La Voce di Venezia'. E' responsabile di aver fatto ballare migliaia di persone alle nostre feste, tra cui - indimenticabili - quelle del 'Carnevale di Venezia'. E' frequente incontrare la sua voce nelle frequenze delle migliori radio del Veneto.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

Bella giornata a Venezia rovinata da una dimenticanza: 184 euro di multa Actv

Buongiorno, sono una studentessa 25enne in corso di laurea magistrale e vorrei raccontarVi quanto accadutomi stamane 02/04/2017, al ritorno dalla "So e Zo per i ponti" a Venezia. Premetto di aver passato una bellissima mattinata in compagnia del mio fratellino e di un...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...