24.7 C
Venezia
giovedì 24 Giugno 2021

PARATA 2 GIUGNO FESTA DELLA REPUBBLICA | Napolitano: sprechi? Non sanno di cosa parlano

HomeUncategorizedPARATA 2 GIUGNO FESTA DELLA REPUBBLICA | Napolitano: sprechi? Non sanno di cosa parlano

La parata, alla fine, è durata meno di un'ora di sfilata. Era una sfilata militare vera ma con un'atmosfera diversa, incombeva ad ogni istante il fantasma dell'ospite non invitato: il senso di colpa verso la gente che piange, verso la gente che ha perso un proprio caro, verso la gente che ha perso la casa.
Poco ha importato che i corazzieri fossero senza cavalli e che i bersaglieri andassero al passo, che mancassero le Frecce tricolori, e i carri armati.

Il tono sobrio non sarà  ciò che distinguerà  nelle memorie di molti questo 2 Giugno, ma saranno le polemiche che hanno accompagnato la decisione del capo dello Stato di confermare la sfilata per la Festa della Repubblica, e, secondo questo orientamento, la mancanza di rispetto e di sensibilità .

Poco importa che i costi siano stati sforbiciati (2.500 uomini invece di 6 mila, costo totale 2,6 – 2,9 milioni di euro rispetto ai 4,3 dell'anno prima). In gran parte delle persone quello che passa per la testa riguarda il terremoto e, in second'ordine, la crisi economica che sta mandando in rovina le famiglie. La speranza, per loro, era che il Capo dello Stato rappresentasse questo atteggiamento popolare come priorità .

Alle critiche che sono arrivate dal leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, si sono aggiunte quelle di Beppe Grillo da Alghero: «Facciamo sacrifici tutti, ma cominciamo dalla presidenza della Repubblica. Ci costa 240 milioni di euro all'anno, quattro volte quello che costa Buckingham Palace».

Ancora più dura era stata la presa di posizione di Roberto Maroni (che con tutta la Lega ha disertato la tribuna autorità ): «soldi buttati nel cesso». Non c'era neanche il sindaco della città  ove si è svolta la parata. Alemanno, che alla vigilia sperava nell'annullamento della celebrazione per destinare i soldi ai terremotati, aveva preventivamente comunicato la sua assenza.

Presenti, invece, sul palco autorità  i presidenti di Regione Lazio e Provincia di Roma Renata Polverini e Nicola Zingaretti. C'era anche Pier Ferdinando Casini che ha dato una sua lettura allo schieramento contrario: «c'è chi pensa di guadagnare popolarità  non venendo qui. Si illude di rifarsi una verginità . È veramente ridicolo».

Il presidente Giorgio Napolitano ha liquidato velocemente la questione delle assenze: «Non so di quali assenze significative si parli… Io ho visto molte presenze ampiamente significative». Per poi liquidare la questione degli sprechi tirata in ballo soprattutto da Di Pietro che ha parlato anche di buffet di cattivo gusto con pasticcini e champagne: «non sa di che cosa parla».

Paolo Pradolin
[redazione@lavocedivenezia.it]

Riproduzione Vietata
[03/06/2012]


articolo: PARATA 2 GIUGNO FESTA DELLA REPUBBLICA | Napolitano: sprechi? Non sanno di cosaparlano
foto: parata militare 2 giugno festa Repubblica (repertorio)

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor