Padova, ruba identità per incontri online: “Sono un poliziotto”, adescava donne

ultimo aggiornamento: 24/01/2020 ore 16:04

162

padova finto poliziotto 200124

Padova: usava falsi profili ‘rubando’ identità in internet. Lo scopo: fingersi poliziotto per adescare donne, però finisce denunciato.

Si fingeva infatti un poliziotto per adescare donne sui social e invitarle ad incontri sessuali, ma la Digos di Padova lo ha denunciato.


Si tratta di un uomo di 62 anni della provincia di Rovigo che dovrà rispondere per furto d’identità perché aveva sostituito il suo viso a quello di agenti veramente in servizio, postando fotografie di armi sequestrate e di personale della polizia al lavoro, il tutto per rendere più credibile il suo tranello.

Le foto artefatte erano finite su facebook e di queste si serviva per ingannare le donne che gli chiedevano informazioni.

L’indagine è cominciata quando alla questura è giunto un esposto anonimo che spiegava come l’uomo si qualificasse come agente della questura di Padova, e che raccontava anche di come il finto poliziotto indicasse circoli privati per incontri a sfondo sessuale.


Sono seguiti accertamenti da parte della Digos e della Polizia Postale.

Quando gli agenti sono andati a sequestrare materiale in casa del falso poliziotto lui ha detto di aver usato questo stratagemma per far colpo sulle signore.

Sequestrati pc e cellulari: sono in corso indagini per ricostruire le relazioni dell’uomo sul web e mettere in guardia le eventuali vittime del raggiro.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here