sabato 22 Gennaio 2022
0.4 C
Venezia

Pacchi alimentari distribuiti a Venezia, isole e terraferma

HomeCoronavirus VeneziaPacchi alimentari distribuiti a Venezia, isole e terraferma

Distribuiti in centro storico, terraferma, isole in meno di 24 ore un migliaio di kit alimentari per le famiglie in difficoltà. L’assessore Venturini: “Così combattiamo le nuove povertà del territorio. La Città si dimostra solidale”.

Pacchi alimentari distribuiti a Venezia, isole e terraferma

Venezia. Una distribuzione capillare che in poche ore, grazie ai volontari della Protezione civile, ha raggiunto tutto il territorio comunale: è scattata venerdì pomeriggio, 10 aprile, la consegna dei kit alimentari di prima necessità che l’Amministrazione comunale ha acquistato per aiutare i cittadini che si sono ritrovati dall’oggi al domani in difficoltà economica a causa dell’epidemia da Coronavirus.

Verso le 16 di venerdì un bilico con un migliaio di scatoloni con alimenti a lunga conservazione ha raggiunto la sede operativa della Protezione civile di via Mutinelli a Mestre: sono subito iniziate le operazioni di scarico e di divisione dei pacchi, destinati a terraferma, centro storico e isole.

“In ogni scatolone sono conservati alimenti sufficienti per una persona per una settimana – spiega l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini, che ha coordinato le operazioni assieme al capo di gabinetto del sindaco Morris Ceron – Verranno distribuiti ai cittadini grazie alla collaborazione degli empori della solidarietà, delle parrocchie, delle mense caritative e del terzo settore. Questa operazione è una delle azioni principali che l’Amministrazione ha sviluppato per fronteggiare le povertà emergenti a causa del Covid-19, cui si aggiunge la distribuzione, già conclusa con successo per il primo migliaio di famiglie che ne hanno fatto domanda, dei Buoni Spesa spendibili nelle attività commerciali aderenti. Il sindaco Brugnaro ha fortemente voluto che tutto si concretizzasse prima di Pasqua, e per questo non posso che ringraziare di cuore per l’impegno e la passione i volontari della Protezione civile, i dirigenti e i dipendenti comunali e tutti i cittadini e associazioni che hanno fornito il loro apporto”.

I kit alimentari raggiungeranno quindi le case dei veneziani in difficoltà prima della domenica di Pasqua: “Ci saranno anche delle tradizionali colombe e uova di cioccolato donate da una nota azienda del territorio e da alcuni tabaccai – aggiunge Venturini – Una gara di solidarietà che allieterà, per quanto possibile, questi difficili giorni di festa. Quella scattata ieri è solo la prima tranche di consegne, ne seguiranno altre nei prossimi giorni”.

Venerdì i furgoni della Protezione Civile hanno raggiunto le sedi di numerose parrocchie e realtà solidali di Mestre, Marghera e Chirignago, mentre sabato mattina è stata la volta di Venezia, Lido, Pellestrina e isole. Alle operazioni hanno partecipato anche alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale tra cui, oltre all’assessore Venturini e al capo di gabinetto Ceron, gli assessori Giorgio D’Este, Paolo Romor e Michele Zuin.


Buoni Spesa
Per quanto riguarda i Buoni Spesa, fino alle ore 12 di martedì 14 aprile sarà possibile farne richiesta attraverso un apposito modulo sulla piattaforma DiMe, dopodiché scatterà la seconda tranche di distribuzione. E’ online anche la convenzione rivolta agli esercenti che intendono partecipare all’iniziativa e l’elenco delle attività che già accettano i buoni.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

A Venezia barche solidali (e molti taxi) contro l’obbligo di GP a bordo

A Venezia le barche solidali trasportano gli isolani che non possono salire sui mezzi pubblici. “Aiutiamoci”, e una barca solidale parte dalla Palanca alla Giudecca e attraversa il Canale. Il porto sono le Zattere e i viaggiatori sono persone non vaccinate...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Essere disabile di serie B a Venezia: se non hai la sedia a rotelle non ti credono

Cara Redazione, mi chiamo Maurizio Coluccio, 48 anni, nato a Novara, Assistente della Polizia di Stato in pensione per una malattia autoimmune rara, da esserne l'unico caso al Mondo, incurabile, tanto da dover ricorrere già per ben già due volte a trapianti...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Covid: oggi crescita lenta ma esponenziale. La nuova variante AY.4.2

La nuova variante del Covid "AY.4.2" isolata in Gran Bretagna pare meno aggressiva della "Delta" (ex "Indiana")

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...