Odontoiatria restaurativa: le tecniche innovative per denti sempre perfetti

ultima modifica: 03/11/2020 ore 11:21

42

Odontoiatria restaurativa: le tecniche innovative per denti sempre perfetti

Una delle problematiche più frequenti nel cavo orale è senza dubbio la carie: una patologia alquanto diffusa che in molti sottovalutano ma che rischia di creare danni molto importanti al dente. Quello che in tanti ignorano è che la carie è trasmissibile, perché causata da batteri che proliferano nel cavo orale e che rischiano di andare ad intaccare anche gli altri denti.


L’odontoiatria restaurativa ha l’obiettivo di riparare i danni provocati da carie o altre problematiche, restituendo ai denti il loro aspetto naturale in modo da farli durare il più a lungo possibile. Se infatti si trascura questo aspetto, si rischia di andare incontro a disturbi ben più gravi fino alla necessità di ricorrere all’estrazione e all’impianto.

Come spiega in modo molto chiaro il dott. Barcelli nel suo sito www.studiobarcelli.it, oggi sono disponibili delle tecniche moderne ed innovative nel campo dell’odontoiatria restaurativa, che consentono di riparare i danni subiti dai denti in modo ottimale, con risultati che non vanno a compromettere l’estetica del sorriso.


Otturazioni bianche resistenti nel tempo

Quando il dente è cariato, è inevitabile ricorrere ad un’otturazione per evitare che il danno si estenda al punto tale da rendere necessario un intervento più invasivo. Fortunatamente però al giorno d’oggi esistono materiali innovativi che si pongono come validissima alternativa alla classica otturazione in piombo, che veniva eseguita un tempo. Alcuni dentisti continuano a preferire questa soluzione, che però va a compromettere l’estetica del dente ed è visibile, decisamente poco gradevole da vedere.

I dentisti più aggiornati propongono invece le otturazioni bianche, che sono del tutto invisibili e sul piano estetico fanno una grandissima differenza perché non alterano il normale aspetto dei denti. I materiali utilizzati al giorno d’oggi sono resistenti quanto il piombo, dunque non ha più senso rimanere ancorati a tecniche ormai obsolete.

Intarsi dentali

Se la carie ha provocato un danno molto esteso nel dente, la semplice otturazione non è applicabile e molti dentisti propongono direttamente un’unica soluzione ossia la corona in ceramica, chiamata anche capsula. Esistono però delle alternative decisamente più economiche e meno invasive, ossia gli intarsi che in sostanza consentono di ricostruire in modo parziale un dente gravemente danneggiato. Questa è la soluzione ideale per mantenere il più possibile la struttura dentale originaria ed evitare di procedere con un’estrazione ed un successivo impianto.

Le moderne tecniche di prevenzione della carie

Come abbiamo già accennato la carie è una delle problematiche più frequenti nel cavo orale e molti pazienti hanno una predisposizione innata a questo tipo di patologia. Ciò però non significa che non sia possibile prevenirla e gli studi professionali più moderni pongono molta attenzione a questo aspetto. Esistono oggi infatti dei percorsi specifici di prevenzione sviluppati appositamente per i pazienti che sono soggetti a carie ricorrenti. Si interviene su diversi fronti, dal cambiamento delle abitudini alimentari allo stile di vita in generale. Sono disponibili inoltre alcuni prodotti e terapie preventive mirate che consentono di ridurre notevolmente il rischio di recidive. Anche questo rientra nell’odontoiatria conservativa, che ha l’obiettivo di mantenere il più a lungo possibile il dente naturale in salute.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here