1.6 C
Venezia
martedì 26 Gennaio 2021

Odissea per le cure: la password non funziona, il medico non può vedere la radiografia

Home Lettere Odissea per le cure: la password non funziona, il medico non può vedere la radiografia
sponsor

dottore medico al computer fee net 600350

sponsor

Spettabile Redazione,
Gentile Direttore,

commercial

faccio seguito alla richiesta della scorsa notte inviando ad integrazione la presente lettera che rappresenta purtroppo un “secondo atto” dell’odissea sanitaria che credo sia tutta da raccontare.

Fortunatamente non è accaduta ad uno sprovveduto, ma mi chiedo: se capita ad un inesperto cittadino, o ad un’anziano pensionato, che fine fa?

Alla Ulss 3 Serenissima:
-Al Direttore Generale
-Al Direttore amministrativo
-Al direttore sanitario

Al Ministro della salute onorevole Giulia Grillo

Alla Regione Veneto:
-Al Presidente
-AL vice Presidente
– Al nuovo assessore alla sanità

E, p.c.:
all’URP della Ulss 3

Oggetto: prestazioni sanitarie inadeguate a rischio del paziente: rinnovo diffida ad erogare le prestazioni sanitarie secondo i protocolli previsti.

Si prega cortesemente di protocollare la presente (Si allega scansione di documento d’ identità)

Il sottoscritto Mozzatto Gardazzo Fabio espone quanto segue:

sono spiacente di dover riprendere l’argomento ieri esposto con diffida per descrivere il “secondo atto” di questa odissea sanitaria a scapito di chi crede nella sanità pubblica del Veneto, ma purtroppo il prodigarsi di diversi addetti della Ulss 3 Serenissima non ha dato il risultato in cui ancora speravo. Anzi…!

Segno forse di una cronicità di problemi in cui la sanità locale appare imbrigliata irrimediabilmente, basandosi su codici, tacche, password, programmi inflessibili e forse più computer che macchinari medici.

Non è bastato che ieri, a quanto pare a causa di un banale trattino tra i miei due cognomi (che da anni ho chiesto invano alla Ulss di eliminare, ma sembrava di chiedere di metter mano alla Costituzione…), non era stato possibile visualizzare l’ ortopantomografia ed iniziare le sospirate cure dentali: oggi, succubi dell’era digitale, si è replicato grazie ad una password non funzionante che ha bloccato nuovamente, nonostante le promesse, la visualizzazione della radiografia e quindi le prestazioni sanitarie.

Si segnala che, dopo aver nel mattino sollecitato la Direzione Generale Ulss 3 a fornire le prestazioni richieste con la diffida inviata da me in piena notte alla Ulss stessa, nel primo pomeriggio, ho ricevuto la telefonata del “sostituto vice direttore” (così aveva definito il suo ruolo chiamante) del Distretto del Lido che diceva potevo tornare (quarta volta…) al Distretto Giustinian nel pomeriggio poiché la radiografia sarebbe stata visualizzabile, e io avrei potuto iniziare le cure dentali.

Alla mia richiesta di sapere perché di nuovo al Giustinian dato che l’apparecchio per la necessaria radiografia endorale non c’era, pur essendo indispensabile per fare le cure secondo i protocolli stabiliti, mi è stato risposto (il tutto detto a voce, poiché di scritto, come da me richiesto, non pareva in grado di inviare nulla) che era anche una scelta del medico di avvalersi di tale strumento. Cosa smentita da entrambi i dentisti, dato che le cure senza rispettare i protocolli e l’uso dell’apparecchio radiologico endorale potevano portare problemi al paziente…

Ho accettato comunque di ripresentarmi al Distretto, ma l’ ortopantomografia ancora una volta non si vedeva, a causa di problemi di password. (devo aspettarmi di pagare ancora un ticket?)

Risultati inutili i tentativi del dentista di reperire qualcuno al telefono per risolvere il problema, il dentista mi spiegava che in assenza dell’apparecchio endorale, almeno con l’ ortopantomografia si sarebbe anche potuto iniziare le cure, ma a rischio di problemi per il paziente, e non si sarebbero rispettati i protocolli di cura…

Solo dopo una estenuante trattativa telefonica con la direttrice del Distretto, e dopo aver avvisato che sarei ricorso alle vie legali addebitando le spese se non mi avesse autorizzato a fare le cure (per forza maggiore) privatamente a spese della Ulss, mi è stato concesso di effettuare parte della cura con l’impiego dello strumento endorale nello studio privato del dentista, ma, a quanto pare, senza l’intenzione della Ulss di pagare per la prestazione, approfittando a mio avviso quindi ingiustamente della disponibilità dello stesso pur non far pagare spese extra alla Ulss.

Mi sembra di capire che si cerca ogni soluzione “tampone”, anche forse arrivando a non rispettare i protocolli di cura a rischio del paziente, in virtù del risparmio, e questo potrebbe avere a mio avviso anche dei risvolti di carattere penale, non apparendo forse ben chiaro alla stessa che un contenzioso in tribunale, come ipotizzo, potrebbe costare molto di più.

Mi auguro che il Ministro della salute Onorevole Grillo voglia fare chiarezza su quanto accaduto, e pure capire quanti pazienti sono stati curati nella Ulss 3 “ a loro rischio” a causa dell’assenza, che pare piuttosto diffusa, dell’apparecchio radiologico endorale e dell’eventuale mancato rispetto dei protocolli, e che provveda alla tempestiva fornitura degli apparecchi stessi.

Rinnovando con la presente la diffida alla Ulss 3 Serenissima ad erogare le prestazioni sanitarie in modo appropriato, adeguato, efficiente ed agevole rispettando i protocolli, e a provvedere alla tempestiva fornitura delle apparecchiature endorali in tutti gli ambulatori dentistici che ne sono sprovvisti, augurandomi di non dover scrivere pure il “terzo atto” di questa odissea, in attesa di cortese di cortese riscontro entro i termini di cui L. 241/90 e ss.mm.ii, porgo distinti saluti.

P.s. un plauso va ai dentisti dott. Tonut e dottoressa Quaranta che hanno avuto la correttezza di informarmi sui possibili rischi derivanti da cure canalari dei denti fatte in assenza della citata apparecchiatura radiologica, dimostrando, nonostante le difficoltà di lavorare in simili condizioni, serietà, onestà e professionalità, anche a costo di inimicarsi la dirigenza Ulss per aver detto la verità.

Mozzatto Gardazzo Fabio
Dorsoduro Venezia
Venezia, 09.01.2019


(La prima parte della segnalazione a questo link: Odissea tra Ospedale e Giustinian: diffido la Ulss 3 Serenissima dal continuare a non erogare i servizi sanitari come dovrebbe).

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
commercial

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. L’azienda : un errore

Fiala vuota riempita con fisiologica e usata per vaccinare ancora. Un mero "errore materiale" secondo la spiegazione. Uno scambio di fiale? Una cosa così. E' successo...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...
sponsor

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...
commercial

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Giuseppe Conte: la fidanzata Olivia Paladino, l’ex moglie e il figlio

Dal primo giugno 2018 Giuseppe Conte è presidente del Consiglio dei ministri. I suoi 56 anni portati benissimo e il suo aspetto curato hanno...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

ZENO di Lorella Del Gesso [concorso letterario]

Il mio nome è Zeno, la mia età cinque anni. Vivo con Eleonora, che è la mia mamma, e Alan, il suo compagno, con cui...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.