3.1 C
Venezia
sabato 04 Dicembre 2021

Nuova Legge Case pubbliche: Regione Veneto respinge mozione Pd su sospensione

HomeAter VeneziaNuova Legge Case pubbliche: Regione Veneto respinge mozione Pd su sospensione
la notizia dopo la pubblicità

Nuova Legge Case pubbliche: Regione Veneto respinge mozione Pd su sospensione

Nuova Legge Case pubbliche: si spegne una delle speranze su cui contavano cittadini affittuari onesti che improvvisamente si sono trovati colpiti e penalizzati dalla nuova legge pur non essendo “ricchi”. La Regione del Veneto ha appena respinto la mozione del Pd su sospensione della nuova legge: l’assessore al Sociale, Manuela Lanzarin, ha replicato sostenendo che “l’impianto normativo della Legge va bene”.

Il Consiglio regionale ha quindi oggi respinto con 27 voti contrari, 13 favorevoli e due astenuti, la mozione del Pd – primo firmatario Claudio Sinigaglia – che chiedeva di sospendere l’applicazione della nuova legge regionale sulle case popolari.

L’iniziativa era stata intrapresa dopo le proteste legate ai nuovi criteri per il calcolo degli affitti.

Ha esposto Claudio Sinigaglia “la nuova Legge ha messo in evidenza enormi carenze nella gestione da parte delle Ater, per lungo tempo commissariate e incapaci di scovare non solo i ‘furbetti’ ma i ‘furboni’, persone che pur disponendo di un patrimonio immobiliare hanno usufruito delle case pubbliche. Come è stato possibile questo? Dove sono state le Ater in questo ultimo decennio? Dobbiamo evitare gli effetti distorsivi nell’applicazione della Legge, vanno rivisti i criteri di calcolo dell’Isee e vanno trovate risorse per la conservazione delle case popolari”.

L’assessore al Sociale Manuela Lanzarin ha risposto sostenendo che “l’impianto normativo della Legge va bene, è corretto. La normativa va quindi applicata perché dà la casa a chi realmente ne ha bisogno, risponde a principi di equità sociale. Pur tuttavia siamo disponibili ad apportare alcune modifiche per tutelare le persone fragili, i cittadini anziani che hanno provveduto a risparmiare risorse per provvedere alle loro future necessità”

(foto: assessore al Sociale, Manuela Lanzarin, con il presidente Luca Zaia, Regione del Veneto)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Venezia, come si aggirano i divieti. Anziani che fingono stretching, passeggiate di coppia, di gruppo, ecc

Un normale pomeriggio veneziano primaverile, come se il coronavirus non esistesse. È questa la situazione di venerdì 10 aprile incontrata scendendo a piedi da Sant'Elena dove il parco è ancora quasi normalmente frequentato anche da bimbi con genitori. In via Garibaldi,...

Morte improvvisa dopo vaccino, esposto in Procura a Mira

Alessandro Cavarretta, 51 anni, mercoledì scorso si sottopone al vaccino, dopo due giorni la morte improvvisa lasciando tutti nell'angoscia e con una domanda pendente: perché? Il certificato di decesso parla di arresto cardiocircolatorio ma essa non chiarisce come diagnosi di morte, è...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Accattoni e abusivi molesti, ora basta: denuncio chi non fa nulla

Ennesimo caso di accattonaggio molesto accorso tra campo san Cassian e Rialto ad opera di clandestini o rifugiati che vengono lasciati liberi di circolare pur essendo ospitati nelle cooperative e nei centri di accoglienza coi noti sussidi pagati dai contribuenti. E'...

Mose solo da bloccare, progetto scollegato dalla elementare realtà lagunare

Mose; non solo un progetto da bloccare, ma una riflessione tecnica sulle responsabilità concettuali di una operazione sviluppata da un team di eminenti studiosi, totalmente scollegati dalla elementare realtà lagunare. A chi conosce il fango lagunare,i problemi legati alla corrosione galvanica, all'agressività...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...