20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Nudo al Vega aveva danneggiato degli uffici: espulso perché ritenuto pericoloso

HomeAbusivismoNudo al Vega aveva danneggiato degli uffici: espulso perché ritenuto pericoloso

Nudo al Vega aveva danneggiato gli uffici sotto l’effetto di droghe. Era successo nel 2015 e oggi quell’uomo è stato fermato ed espulso per i vari precedenti nei suoi confronti.
Due giorni fa, il 4 gennaio 2021, la Questura di Venezia ha provveduto all’accompagnamento al Centro per rimpatri di Gradisca di Isonzo, ai fini dell’espulsione, dello straniero valutato pericoloso per la sicurezza pubblica.
Si tratta di H.A, di 23 anni, originario della Tunisia che era stato fermato in mattinata da una pattuglia della Squadra Volanti mentre stava tentando di recidere la catena di sicurezza di una bicicletta parcheggiata in una via del centro a Mestre, verosimilmente con l’intento di rubarla.
La Volante, che stava transitando proprio in quel momento, ha sventato il furto e accompagnato il soggetto in Questura per i conseguenti accertamenti e per le successive attività dell’Ufficio Immigrazione.
Si verificava, pertanto, trattarsi si persona gravata da numerose precedenti segnalazioni per

resistenza a pubblico ufficiale, reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, peraltro in posizione irregolare sul territorio nazionale.
In passato, nel 2015, l’uomo era stato già arrestato dalla Squadra Volanti della Questura di Venezia per possesso di eroina a fini di spaccio, nonché denunciato per essersi introdotto all’interno del centro VEGA, dove era stato rinvenuto dagli operatori completamente nudo e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti dopo aver danneggiato alcuni uffici:

episodio per il quale è stato condannato a 5 mesi di reclusione.
Nel 2020 era stato rimpatriato a seguito di trattenimento al Centro per rimpatri e richiedenti asilo di Trapani.
Nuovamente rintracciato due giorni fa, il 4 gennaio 2021, in seguito al lavoro coordinato della Squadra Volanti e dell’Ufficio Immigrazione, è stato colpito da nuovo decreto di Espulsione emesso dal Prefetto di Venezia ai sensi dell’art. 13 co. 1 lett. c) d.lgs. 286/1998, in quanto soggetto socialmente pericoloso, ed è stato accompagnato dalla Squadra Espulsioni della Questura presso il c.p.r. di Gradisca d’Isonzo, dove verrà trattenuto fino al rimpatrio.
Il provvedimento di trattenimento è stato convalidato ieri, 5 gennaio, dal Giudice di Pace di Gorizia.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.