lunedì 17 Gennaio 2022
9.6 C
Venezia

Musolino approva il bilancio del Porto e replica agli attacchi subiti allo sciopero

HomePortoMusolino approva il bilancio del Porto e replica agli attacchi subiti allo sciopero

Il commissario straordinario del porto Pino Musolino ha approvato il bilancio dello scalo marittimo veneziano giovedì, dopo che a giugno scorso era stato bocciato dai componenti del comitato di gestione Fabrizio Giri e Maria Rosa Campitelli di Città metropolitana e Regione del Veneto. Il via libera al rendiconto è stato dato da Musolino stesso a seguito dell’emanazione da parte del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del decreto 434 del 2 ottobre 2020, con l’attribuzione dei poteri al commissario fino al ripristino degli organi di vertice del porto (Autorità di sistema portuale).

Alla bocciatura erano seguite delle ispezioni sull’operato del presidente dal parte del  ministero delle Infrastrutture e Trasporti, guidato da Paola De Micheli, e un parere di regolarità. Ma l’approvazione dai rappresentanti non è stata data ugualmente in virtù delle loro assenza alle successive convocazioni del comitato. Oggi, 8 ottobre, la situazione si è sbloccata. Con il bilancio approvato Musolino può attingere alle risorse che servono al porto e anche procedere con l’escavo del canale Malamocco-Marghera a meno 12 metri di profondità, la quota del piano regolatore portuale, nel tratto compreso fra il bacino di evoluzione 3 e San Leonardo.

Un intervento che, unito al recente accordo raggiunto con provveditorato per il conferimento di oltre 500.000 metri cubi di fanghi alle Tresse, consentirà di risolvere i problemi di accessibilità nautica ai porti di Venezia e Chioggia. L’approvazione avviene all’indomani dello sciopero dei portuali e dei sindacati, che ha visto una parte dei manifestanti schierata contro l’ex presidente Pino Musolino, che nel frattempo si è ricandidato alla presidenza del porto di Venezia, vista l’imminente scadenza dell’incarico. È chiara la necessità di uscire dal commissariamento in una fase tanto delicata come quella crisi pandemica, della riduzione pesante dell’attività del porto e dei traffici, dell’assenza della crocieristica e dell’entrata in funzione del Mose con la ripresa delle acque alte autunnali.

Musolino ha commentato gli attacchi diretti al suo operato, dicendo: «condivido le preoccupazioni espresse da tutta la Comunità portuale e quindi anche dalle rappresentanze sindacali». Il porto, ha commentato il commissario Musolino, «ha agito per porre rimedio a criticità strutturali del sistema che si trascinano da anni». Per quanto riguarda il conferimento dei materiali di escavo sono stati individuati, in accordo con il provveditorato alle opere pubbliche, dei siti di stoccaggio «mettendo a bilancio oltre 25 milioni di euro (cui si sono aggiunti il 7 agosto 2020 altri 26 milioni di euro finanziati dal ministero) per il dragaggio dei canali e per rendere utilizzabile il “Molo Sali” come sito di conferimento».

Per quanto concerne l’individuazione di soluzioni transitorie e definitive sugli approdi delle navi da crociera, scrive Musolino, «nel novembre 2017 (in accordo con il Comune di Venezia e la Regione del Veneto) l’Ente ha formulato e sottoposto al Comitatone idee progettuali che il ministero nel corso del 2018 ha chiesto di integrare con ipotesi di approdi diffusi: attività eseguita dal porto. È chiaro che il commissariamento dell’Ente, provocato da scelte incomprensibili, rende l’azione dell’istituzione portuale molto più difficile».

I sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato oggi il commissario per il Mose Elisabetta Spitz per discutere degli stipendi e del futuro occupazionale dei 261 addetti delle società collegate al sistema contro l’acqua alta: Consorzio Venezia Nuova (Cvn), Thetis e Comar. Spitz avrebbe garantito alle sigle la copertura economica sia per portare a conclusione il Mose, sia per costituire l’Autorità per la laguna in base alle disposizioni del decreto Agosto, sia per pagare gli stipendi degli operatori. Riguardo alle tempistiche per la realizzazione dell’Autorità e della società in house ad essa collegata, secondo quanto riportato dai sindacati si sarebbe parlato del completamento delle fasi preliminari per la prossima primavera, per poi andare a concorso per l’attribuzione dei ruoli ad autunno 2021.

Antonella Gasparini

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Quando la città è troppo affollata di visitatori: “Venezia la si vuole piena di turisti”. Lettere

In risposta alla lettera: "A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani". Venezia la si vuole piena di turisti !!! Questo e’ il business. Dai ragazzi, guardatevi negli occhi. Io a Venezia ci vivo da non Veneziano: le...

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Due Coca-Cola (per fare pipì) a Venezia? 8 euro (al banco). Lettere

Gentile cronista, premetto che sono di Treviso, non sono di provenienza "locale" e forse questo conta ancora nella vostra città. Lunedì 25 ottobre, mi trovavo con mia figlia, in gita a Venezia con altre famiglie e compagne di mia figlia. Visitando la vostra magica...

Come e’ morta Marilyn Monroe? giallo risolto dopo 51 anni in un libro

La Morte di Marilyn Monroe è uno dei più grandi misteri che costellano la storia americana. Ora, dopo 51 anni, la verità su Come e' morta Marilyn Monroe, venuta a mancare il 4 agosto del 1962, potrebbe essere svelata da un...

Redentore di quest’anno segna il punto della città che sta finendo

E, alla fine, il Redentore, la festa più amata di Venezia, si svolse senza incidenti. Questo dicono le cronache, ma non si è trattato del solito copione che si ripete. Con un plauso per gli agenti dell'Ordine pubblico (un po' meno per...

Quando la città è troppo affollata di visitatori: “Venezia la si vuole piena di turisti”. Lettere

In risposta alla lettera: "A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani". Venezia la si vuole piena di turisti !!! Questo e’ il business. Dai ragazzi, guardatevi negli occhi. Io a Venezia ci vivo da non Veneziano: le...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

“Venezia è tutta centro storico, ma vedo gente non residente a passeggio”. Lettere

Emergenza Covid: Ordinanza regionale 151: si può passeggiare solo "al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche, e delle altre aree solitamente affollate". Venezia tutta centro storico, fatta di strade non certo rurali, è località turistica,...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.