Murano, Baretta: “Un tavolo per il rilancio di Murano”

ultimo aggiornamento: 07/09/2020 ore 06:53

125

(Riceviamo e pubblichiamo).

baretta venezia ns 540

“Incentivi fiscali attraverso la ZLS, che abbiamo espressamente voluto comprendesse anche Murano, sostegno per le spese del gas e sviluppo di un marchio che tuteli davvero la produzione artistica e artigianale in isola, con un progetto di promozione internazionale di questa eccellenza straordinaria della nostra città. Questa è la posizione espressa già lo scorso 7 luglio in occasione di una prima visita a Murano e in occasione dell’incontro proprio con alcuni cittadini, artigiani, commercianti e industriali del vetro e una seconda volta durante un incontro all’Abate Zanetti”.
Con queste parole il candidato sindaco di Venezia Pier Paolo Baretta condivide le preoccupazioni espresse da Gianni De Checchi, segretario di Confartigianato, che lamenta l’assenza del rilancio di Murano tra i temi della campagna elettorale.
Non è così per il candidato del centrosinistra che in ogni occasione ha fatto riferimento alla realtà di Murano come uno dei punti chiave del rilancio economico e artistico della città intera.


“Il rilancio del vetro di Murano – spiega – è fondamentale per il rilancio dell’economia della città. E non è solo una motivazione di valore economico e sociale, considerando le tante famiglie che gravitano intorno all’indotto produttivo, commerciale e turistico, ma è anche per una questione di immagine che vogliamo dare di Venezia nel mondo. Il vetro di Murano è un pezzo importantissimo della storia della nostra città. E’ una tradizione secolare che si tramanda da generazioni, un’eccellenza assoluta che ovunque nel mondo ci ammirano e imitano. Ritengo che abbia ancora molto da esprimere e raccontare nel mondo come forma d’arte. I talenti ci sono. Le realtà commerciali impegnate nella valorizzazione dell’autenticità pure. Vanno però riconosciute, coinvolte, valorizzate in un progetto di più ampio respiro che non si limiti solo ai confini dell’isola ma al contrario porti Murano al centro della politica culturale e artistica veneziana”.

“Ho intenzione – conclude – di costruire un tavolo di lavoro che coinvolga tutti gli attori, vetrerie, artigiani, artisti, associazioni, cittadini, per un grande progetto di rilancio della produzione e della promozione del vetro di Murano. Questo progetto potrà avere certamente accesso ai finanziamenti europei del Recovery. Anche in questo caso la differenza la fa il metodo: le soluzioni capaci di portare una svolta duratura ed efficace si disegnano insieme”.


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here