1.2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

M’Over, a Cortina con i campioni dello sport

HomeUncategorizedM’Over, a Cortina con i campioni dello sport
la notizia dopo la pubblicità

sci cortina d'ampezzo

Nasce ufficialmente M’Over, l’innovativo progetto turistico e sportivo creato per il territorio e con il territorio di Cortina, con un team composto di oltre venti persone, tra grandi campioni, guide alpine, istruttori nazionali, allenatori federali, freeriders, maestri vip e esperti di gestione aziendale.

Un progetto molto ambizioso, che ha tutte le carte in regola per diventare la chiave di volta dell’offerta turistica sulle Dolomiti.

M’Over – People moving on the mountains – è una filosofia, è cultura della montagna, è uno spazio in cui condividere uno stile di vita; è un’offerta a 360 gradi per tutte le stagioni, con pacchetti costruiti sulla base delle esigenze più personali, da vivere insieme ai grandi campioni.

Vuoi sciare con leggende dello sport come Kristian Ghedina, Deborah Compagnoni, Pietro Piller Cottrer e Giacomo Kratter? Vuoi arrampicare con le guide alpine Diego Stefani e Luca dalla Palma? Sono questi e altri grandi nomi del mondo dell’alpinismo e dello sport outdoor ad animare M’Over, Exclusive Sport Experience.

Sci, arrampicata, trekking, road e fat bike, parapendio, rafting, free climbing, fotografia, eventi e molto altro: un vero e proprio club animato dalla condivisione delle stesse passioni. Una realtà informale, in cui la montagna deve essere prima di tutto un luogo in cui stare bene e vivere al meglio lo sport e il contatto con la natura.

“Ho creduto fin da subito al progetto”, confessa Kristian Ghedina. miglior discesista italiano della storia e socio di M’Over. “La nostra squadra è bella e solida, e M’Over è un modello nuovo che secondo me darà ancora più valore alle nostre montagne. Spero con questo progetto di portare ancora più risultati delle mie vittorie, che M’Over sia la ciliegina sulla torta della mia carriera”.

L’obiettivo principale di M’Over è di offrire al cliente la possibilità di fruire al meglio della bellezza del territorio, proponendogli esattamente quello che vuole.

“Nel miei molti anni di esperienza”, spiega Maurizio Sommariva, ideatore di M’Over con una lunga esperienza nel settore sci alpino, “quello che ho capito è che il cliente ha voglia di provare emozioni diverse. Ecco perché ho pensato a questo progetto, con la sua varietà di offerte per tutte le stagioni”.

Le offerte di M’Over coprono tre sezioni principali: l’inverno, l’estate e l’adrenalina.

“M’Over è un passo in più nella gestione del tempo libero del turista” spiega Stefano Abram, fondatore e manager di M’Over. “e si basa su due concetti chiave: All in one e Tailor Made”.

All in one significa arrivare a Cortina ed essere immediatamente pronti a vivere il territorio, evitando di perdere un giorno per mettere insieme attrezzatura, corsi, maestri, skipass etc. M’Over offre tutto ciò di cui il cliente può avere bisogno.
Tailor made è la personalizzazione dell’offerta. Basta entrare nella sede di M’Over o sul suo sito e comunicare le proprie esigenze. M’Over creerà un pacchetto vacanza su misura, dallo sci all’arrampicata, dalla fatbike al parapendio, fino al relax in sauna all’esterno di un rifugio, alle degustazioni di vino e agli eventi.

Oggi il progetto è nato. Diventerà realtà in due mesi, con l’inaugurazione della sede fisica, per offrire già da questo inverno i suoi servizi a tutti i suoi clienti.

Redazione

28/09/2014

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Venezia e sovraffollamento di turisti: altro weekend di passione

Ritorna l’onda alta della marea di turisti che assediano Venezia e che rispecchiano, come già tante volte abbiamo visto in questi anni, le situazioni di disagio e di crisi che la città si trova a subire a causa del sovraffollamento, dopo...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

Studiare a casa? Un orizzonte che ci riguarda. Di Andreina Corso

Quanti bambini, quanti ragazzi sognerebbero di non andare a scuola, di studiare a casa, magari supportati dai genitori, se non devono andare a lavorare, dai nonni, dagli amici, dai vicini, guidati dai loro interessi nella scelta degli argomenti che più li...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Salvate Venezia: i vip contro lo sfruttamento selvaggio che uccide la città

Sotto la spinta di Venetian Heritage, benemerita associazione già intervenuta tante volte generosamente per aiutare la salvaguardia, Mick Jagger, Francis Ford Coppola, James Ivory, Wes Anderson, Tilda Swinton, il direttore del Guggenheim Museum Richard Armstrong, l'artista Anish Kapoor scrivono a politici e amministratori.

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione