18.2 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Mose di Venezia, operativo dal 2017

HomeLido di VeneziaMose di Venezia, operativo dal 2017

lavori per il mose di venezia

Quando termineranno i lavori del Mose? Il Consorzio Venezia Nuova non ne è più così tanto sicuro. La promessa era quella di realizzare le varie opere del sistema ‘’entro il 2016’’, ma è ‘’impossibile stabilire date precise a causa dei procedimenti di gara e dei possibili ricorsi da parte degli esclusi’’ così fanno sapere dai vertici.

Il Cvn aveva già messo le mani avanti nell’ottobre scorso, quando al Lido ci fu la movimentazione pubblica delle prime paratoie e in quell’occasione, il presidente del Consorzio, Mauro Fabris aveva dichiarato: ‘’Il 31 dicembre 2016 è una scadenza che noi siamo in grado di garantire se sarà mantenuta la continuità dei finanziamenti’’.

Non sarà invece operativo fino al 2017. Questo quanto confermato dal direttore del Cvn, Hermes Redi, e la causa sembra attribuibile proprio ai mancati finanziamenti ‘’tolti per qualche mese e poi restituiti’’ dallo Stato.

Manca il denaro e così anche le gare d’appalto per la scelta di impianti e strumentazioni, sono state spostate e bandite solamente alcuni giorni fa, rispetto all’annunciato mese di novembre e solo perché ‘’il Ministero, tramite il Magistrato alle Acque, ha firmato la convenzione aggiornata che ha previsto le coperture’’.

118 milioni di euro dovevano essere investiti nell’opera per la salvaguardia dalle maree eccezionali di Venezia, denaro però, tolto dal Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi ed approvato dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), per destinarlo al Piano Casa, il fondo per mutui ed affitti di famiglie in difficoltà.

I soldi sono rientrati grazie alla legge di stabilità, ma solamente a fine anno, così le gare d’appalto sono potute iniziare solamente a febbraio 2014. Ora non resta che cercare di riuscire a portare a termine i lavori di realizzazione delle paratoie mancanti entro il 2016, cosa però che sarà quasi impossibile a causa dei rinvii e ricorsi da parte degli esclusi; ecco perché il Consorzio ha affermato che il cronoprogramma, finora rispettato, potrà subire dei ritardi.

Intanto alcune delle paratoie mancanti (20 per la barriera e 2 di riserva), verranno costruite a Palermo. Ad occuparsene la Fincantieri, vincitrice della gara; i cantieri di Marghera e Monfalcone sono però già occupati a costruire due navi da crociera ed i lavori sono stati così spostati nel capoluogo siciliano.

La posa di queste paratoie avverrà a partire dalla primavera del 2015, mentre proprio in questi giorni sono iniziati i lavori propedeutici al posizionamento dei cassoni alle bocche di porto di Chioggia.

Redazione

[17/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.