Mose attivo, Venezia all’asciutto. Le foto di Piazza San Marco. Ultima ora

ultimo aggiornamento: 16/10/2020 ore 08:07

1896

Piazza San Marco asciutta 15 ottobre acqua alta mose attivato
Mose attivo ancora una volta e Venezia difesa dall’acqua alta.
Questa mattina, 15 ottobre 2020, verso le 8.30 il Mose è nuovamente entrato in funzione per fermare l’ingresso in città di un’alta marea eccezionale, accompagnata da vento di scirocco. Piazza San Marco, punto più basso del centro storico, e la sua basilica sono rimaste all’asciutto, come vi mostriamo nelle foto scattate in Piazza durante il picco massimo di marea di questa mattina.

E’ la seconda volta, dopo lo “stress test” del 3 ottobre, che il sistema di dighe viene attivato, in fase di emergenza, durante un episodio di acqua alta.

Le paratoie hanno permesso di sbarrare il passaggio tra mare e laguna alle tre bocche di porto, fermando così la crescita della marea in città.
L’operazione è stata preceduta come sempre dall”ordinanza della Capitaneria per l’interdizione, a Mose sollevato, della navigazione. Come la scorsa volta, Venezia è stata difesa dall’acqua alta grazie all’intervento del Mose e all’ombra del campanile veneziani e commercianti esultano per questo secondo risultato che fa ben sperare per il futuro.


Piazza San Marco asciutta 15 ottobre acqua alta mose attivato
Foto di Piazza San Marco senza acqua alta questa mattina poco dopo le 11.

Il Centro previsioni del Comune comunica che, a Mose attivo, a Venezia la marea è stabile attorno a 50cm. A Chioggia invece, a causa del forte vento di Bora, si registrano circa un 40cm in più.

Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro aveva twittato questa mattina:
“Ore 9.18 la Città è all’asciutto. Tutte le paratoie sono in funzione ore 10.45 è previsto un picco almeno di 135 cm perché la bora è in rinforzo. Si prevede di abbattere verso le 13,30 e riaprire i canali verso le 15,30”.


Fino a conclusione delle operazioni resta in vigore l’ordinanza della Capitaneria che vieta la navigazione alle tre bocche di porto. La perturbazione persiste e secondo le previsioni del Centro maree domani, venerdì 16 ottobre, è possibile una nuova punta massima di 130 centimetri alle ore 11.10.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Una persona ha commentato

Please enter your comment!
Please enter your name here