Morte di Vogel in gondola, al processo rito abbreviato per quattro

ultimo aggiornamento: 27/04/2015 ore 06:30

227

morte vogel gondola venezia VTVE

Ieri davanti al gup del tribunale di Venezia, Roberta Marchiori si è tenuta l’udienza che vede imputati i tre piloti Actv Manuele Venerando, Riccardo De Ambrosi e Fabio Zamboni, così come il tassista Franco Ambrosi e il gondoliere Daniele Forcellini, indagati nell’inchiesta riguardo all’incidente avvenuto in Canal Grande il 17 agosto 2013, nel quale perse la vita il turista tedesco Joachim Vogel (nel riguadro piccolo, la foto).

Quattro di loro verranno giudicati con il rito abbreviato (potranno così usufruire di uno sconto di un terzo della pena in caso di condanna), un quinto invece affronterà il dibattimento in aula. Si tratta del gondoliere Daniele Forcellini.


Secondo una ricostruzione, l’uomo avrebbe avuto la responsabilità di avviare l’incidente, coinvolgendo gli altri mezzi, se non avesse eseguito delle manovre scorrette uscendo da un canale laterale.

Secondo invece la ricostruzione effettuata dall’accusa, De Ambrosi, capitano del vaporetto della linea 2, avrebbe scansato la gondola di Forcellini nonostante, dal senso opposto, stesse arrivando l’altro vaporetto, condotto da Venerando. Zamboni, invece, nonostante la presenza della gondola di Forcellini, non avrebbe rallentato e per superarla si sarebbe allargato sulla sinistra tagliando la strada al vaporetto della linea, proveniente da Rialto.

I pm, insieme ai consulenti della Capitaneria di Porto, capitano Antonio Morisieri e il contrammiraglio Lucio Borniotto, avrebbero ricostruito che Ambrosi con il suo taxi sarebbe uscito velocemente dal suo stazio in retromarcia intralciando il passaggio a Forcellini. Avrebbe poi attraversato il Canal Grande in retromarcia ripartendo e restringendo lo spazio di manovra al vaporetto di Venerando.


L’unico degli indagati ad essere stato scagionato dalle accuse è stato il gondoliere che stava trasportando la famiglia Vogel, Stefano Pizzaggia. Secondo il pm, che ne ha richiesta l’archiviazione, il giovane non avrebbe potuto effettuare nessun’altra manovra per evitare l’impatto.

La prossima udienza sarà il 12 maggio, in essa avverrà la discussione per i quattro e il gup deciderà se rinviare a giudizio Forcellini.

Redazione

24/04/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here