22.8 C
Venezia
venerdì 30 Luglio 2021

Morte di Maradona, l’infermiere: “Mi avevano ordinato di non svegliarlo”

HomeMorti misterioseMorte di Maradona, l'infermiere: "Mi avevano ordinato di non svegliarlo"

Morte di Maradona: nuovi dettagli emergono dall’indagine portata avanti dalla procura argentina.
L’infermiere che assisteva Diego Maradona è stato il primo rappresentante dello staff medico ad essere ascoltato dalla procura argentina in merito alle circostanze della morte del campione.
L’infermiere Ha negato di aver abbandonato il suo paziente a una lenta agonia, sostenendo che gli era “stato ordinato di non svegliarlo”.
Ricardo Almiron, 37 anni, ha trascorso più di sette ore nella procura di San Isidro, alla periferia di Buenos Aires.
L’infermiere è sospettato di aver mentito sostenendo che l’idolo del calcio dormiva e respirava normalmente poche ore prima della sua morte, mentre l’autopsia ha appurato che stava agonizzando.

Maradona, che soffriva di problemi ai reni, al fegato e al cuore, è morto nel 2020 per un attacco di cuore mentre si trovata da solo nella sua residenza a Tigre, a nord di Buenos Aires.
Pochi giorni prima aveva subito un intervento chirurgico al cervello per un coagulo di sangue. Aveva 60 anni.
All’infermiere “era stato ordinato di non svegliare il paziente” ha dichiarato il sanitario, ma tuttavia “aveva svolto il suo compito” di sorveglianza.
Così ha riferito all’uscita da questo lungo interrogatorio il suo legale, Franco Chiarelli.
“Il mio cliente ha sempre trattato Maradona come un paziente con implicazioni psichiatriche e problemi legati all’astinenza”, ha aggiunto l’avvocato alla stampa.
Altri sei membri dell’équipe medica di Diego Maradona, tra cui il suo medico personale e psichiatra, saranno ascoltati dalla procura argentina nell’ambito di un’inchiesta per “omicidio colposo con aggravante” aperta dalla procura di San Isidro.
Maradona sarebbe morto, il 25 novembre 2020, per il risultato di negligenza professionale e negligenza da parte dell’equipe medica, secondo le accuse.

» leggi anche: “Diego Maradona querela Gene Gnocchi per la battuta sul cartello di Medellin

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.