domenica 23 Gennaio 2022
1.6 C
Venezia

Monopattini elettrici: nuova Ordinanza e vecchie regole

HomeviabilitàMonopattini elettrici: nuova Ordinanza e vecchie regole

Ordinanza dell’assessore Renato Boraso: “ I monopattini dovranno rispettare le regole in osservanza del Codice della strada”.

Impossibile disgiungere il ritorno del monopattino dal periodo pandemico acuto, quando viaggiare sui mezzi pubblici faceva paura e quel mezzo antico nato di legno e colorato di rosso che tutti i bambini hanno amato, trasformato, modernizzato, è diventato elettrico.
Il suo boom è legato al bonus mobilità del 2020, ma anche ora, che il fondo si è esaurito, i monopattini confermano il loro fascino e successo, grazie allo sharing (al noleggio) e alla loro illusione di fuga.

Non si potrà però più sfuggire alle regole del Codice della strada, lo assicura l’assessore alla Mobilità Renato Boraso. Non si potranno violare, se non al prezzo di multe e sanzioni che si possono evitare.
E le regole da rispettare sono queste: dal casco, alle luci obbligatorie, dal divieto di viaggiare in più persone sul monopattino, di trasportare animali e di dover circolare su piste, percorsi e strade a priorità ciclabili, all’obbligo di indossare il giubbotto riflettente la sera. L’accensione delle luce attenendosi ai precetti stabiliti (in caso di nebbia, bianca o gialla, all’ anteriore e rossa la posteriore). Vietatissimo andare contromano e men che mai a zig zag.

Non ci avrebbe mai creduto di diventare così famoso. Due ruote e un’asse. Così è nato il monopattino, un mezzo di trasporto che ha visto negli anni i suoi alti e bassi nell’uso e nella popolarità, ineguagliabile rispetto ad altri mezzi moderni. Sebbene sia difficile da provare, è universalmente noto che alla fine del XIX secolo qualche bambino affetto da problemi di salute di una qualunque metropoli europea collegò delle rotelle a un asse, inaugurando così un’epoca di nuova mobilità. Con una maggiore risonanza mediatica rispetto ai monopattini elettrici moderni, questo mezzo rudimentale fu fonte di gioia per i bambini europei e americani negli anni antecedenti alla prima guerra mondiale. Le fonti certe sulle aziende produttrici dei monopattini di legno sono piuttosto scarse. Tuttavia, è facile imbattersi in fotografie di bambini del XX secolo che guidano i monopattini nelle strade cittadine. (Fonte Unagi).

Il tempo, le circostanze, hanno reso il monopattino, un’oasi di libertà, una fuga immaginaria dalla minaccia del Covid, un gioco, uno sport simile all’andare in bicicletta ma lo spostamento agile ha scatenato la fantasia e talvolta la sfida, che può tradursi, com’è già avvenuto ripetutamente nel nostro Paese, in pericolo. Monopattini guidati da minorenni e magari con un bambino piccolo a bordo, guida mentre si telefona e quindi ci si distrae.

L’uso del monopattino è coinciso con la scelta di una mobilità lenta e rispettosa dell’ambiente.” Sempre numeri alla mano, scrive il sindaco Luigi Brugnaro, ”è emerso che sommando tutti gli spostamenti compiuti da agosto 2020 a maggio 2021, sono stati percorsi, in modalità “sostenibile” 277mila chilometri, consentendo un risparmio di 44,6 tonnellate di Co2, che invece sarebbero state immesse nell’atmosfera se, per assurdo, fossero stati percorsi in automobile. Una quantità tale di Co2 che in un anno è assorbita da quasi 2700 alberi”. Permangono tuttavia alcune spine: automobilisti e passanti in generale sono vigili e preoccupati verso chi sfreccia con i monopattini elettrici. Questo perché spesso sono stati vissuti come un mezzo da usare secondo la modalità «liberi tutti»: molte persone hanno confuso maneggevolezza e facilità d’impiego con la possibilità di fare ciò che si vuole. Naturalmente questo ha portato a una discussione che ora si sta concretizzando in numerose richieste di regolamentare meglio questo mezzo.

Riflette il Consigliere comunale di Tutta La Città Insieme Giovanni Andrea Martini:” I monopattini elettrici possono costituire un rischio per la circolazione: per chi li usa e per chi li incrocia. In particolare nei percorsi pedonali, ma anche nelle strade cittadine, visto che si possono usare dove il limite è di cinquanta chilometri orari. Occorre certo, controllo maggiore,ma occorre anche educazione stradale, occorre far crescere consapevolezza civica, occorre una maggior presenza di polizia urbana nelle strade, semplicemente al fine di dissuadere da comportamenti pericolosi. Utili potrebbero essere verifiche a campione su chi usa il monopattino, sulle conoscenze delle norme del codice. E sicuramente sarebbero preziose lezioni di educazione stradale nelle scuole”.

Pubblichiamo il testo Ministeriale 24/10/2000 “Direttiva sulla corretta ed uniforme applicazione delle norme del codice della strada in materia di segnaletica e criteri per l’installazione e la manutenzione”.

1. È consentita la circolazione dei monopattini elettrici esclusivamente secondo quanto disposto della Circolare del Ministro degli Interni Dipartimento Pubblica Sicurezza Servizio di Polizia Stradale prot. n. 300/A/1974/2D/104/5 del 09/03/2020, dal Decreto Legislativo n° 285/1992 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i. e dal Decreto Legge n° 121/2021, rammentando che da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità e di giorno, qualora le condizioni atmosferiche richiedano illuminazione, tutti i mezzi sprovvisti o mancanti di luce anteriore bianca e gialla fissa e posteriormente di catadiottri rossi e di luce rossa fissa, utili alla segnalazione visiva, non possono essere utilizzati, ma solamente condotti o trasportati a mano;

2. Segnalare sulla strade pubbliche e sulle strade aperte all’uso pubblico del territorio Comunale le aree per lo stazionamento di velocipedi e di monopattini elettrici in uso condiviso coerentemente a quanto disposto dal Decreto Legislativo n° 285/1992 “Nuovo Codice della Strada” e s.m.i. ;

3. I conducenti dei monopattini elettrici devono rispettare le norme di comportamento (obblighi e divieti) vigenti sul territorio comunale disposte per la circolazione dei velocipedi e pertanto in assenza di segnaletica specifica per i monopattini gli stessi devono rispettare quella prevista per i velocipedi;

4. La sosta dei monopattini elettrici è emessa esclusivamente sugli stalli all’uopo predisposti e segnalati.

5. Le disposizioni di cui al punto 1 e 3 valgono anche per i monopattini non in uso condiviso. La sosta di detti veicoli non è ammessa sulle aree pubbliche o aperte all’uso pubblico.

Dal 1° luglio 2022 i nuovi monopattini  dovranno essere dotati di frecce e stop.
Invece i monopattini che sono già in circolazione dovranno adeguarsi a questa norma entro il 1° gennaio 2024.

Per il momento non è previsto l’obbligo di assicurazione ma il Governo sta valutando l’introduzione di questa possibilità.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

Assessore alla Sicurezza spara durante una lite: morto marocchino

Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), è l'uomo che ha sparato il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina. Il fatto è accaduto...

Malore fatale in bicicletta a Lido e due giovani picchiano vigile perché non possono passare

Mentre avveniva la tragedia, negli stessi istanti in cui perdeva la vita il 65enne lidense, una coppia picchiava selvaggiamente un agente della Polizia locale del Lido, solo perché non permetteva loro di passare essendo la strada bloccata.

Amira Willighagen: il video della bambina di 9 anni che fa sbiancare i giudici di Holland got talent

Amira Willighagen è una bambina olandese assolutamente normale, se non fosse per il fatto che ha un dono eccezionale, e il video qui sotto lo sta a dimostrare. Per lei si sono scomodati i più famori critici internazionali, e c'è chi addirittura...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Venezia conserva l’ultimo “Mussin”, l’imbarcazione settecentesca che apriva la Regata Storica

Venezia: nascosta in uno squero, al sicuro, coperta da un telo che la protegge dalle intemperie e dal passare del tempo. Sola, con se stessa, memore degli splendori del suo passato e lontana dagli sguardi indiscreti di chi potrebbe restare deluso...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...