2.8 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Ricoverato per Covid, scappa e uccide il figlio di 10 anni con una coltellata alla gola

HomeCronacaRicoverato per Covid, scappa e uccide il figlio di 10 anni con una coltellata alla gola
la notizia dopo la pubblicità

Una coltellata alla gola che non gli ha lasciato scampo.
E’ stato ucciso nella sua casa di Vetralla, in provincia di Viterbo, Mattias un bambino di appena 10 anni.
Quando la madre nel primo pomeriggio di martedì è rientrata a casa lo ha trovato così, agonizzante.
Inutili i soccorsi per il figlio.

Il padre di Mattias, un 44enne polacco, è ritenuto l’assassino.
E’ ora ricoverato in codice rosso, in stato di incoscienza, in ospedale.
Sulla vicenda indagano i carabinieri.
Secondo quanto ricostruito, il bambino era uscito da scuola alle 13.30 ed era stato accompagnato a casa da un parente.
A ritrovare il corpo nella camera da letto è stata la mamma rientrando intorno alle 15.30. L’uomo era in un’altra stanza.

A sferrargli la coltellata si ipotizza possa essere stato il padre, trovato in un’altra stanza in stato di incoscienza.
L’uomo, un 44enne polacco, aveva un divieto di avvicinamento alla famiglia e fino a stamattina era ricoverato a Roma per Covid.
E’ stato trasportato all’ospedale di Viterbo e verrà ascoltato non appena possibile.
Verranno effettuati anche esami tossicologici per stabilire se abbia assunto qualche sostanza, visto lo stato di confusione e incoscienza nel quale è stato trovato.

Sulla vicenda sono ora in corso indagini dei carabinieri per ricostruire con esattezza l’accaduto.
I militari stanno sentendo testimoni per ricostruire quanto accaduto nell’appartamento della palazzina di due piani a Cura di Vetralla.
In particolare, i vicini potrebbero aver sentito qualcosa nel primo pomeriggio.
In casa sono stati effettuati a lungo rilievi alla ricerca di qualche traccia utile.
Sotto shock la madre del bambino, rientrata in un secondo momento convinta di trovare il figlio da solo nell’appartamento.

Rimane da chiarire la dinamica dell’accaduto.
Dalle prime informazioni sembra che il 44enne si sia allontanato stamattina da un ospedale della Capitale, dove era ricoverato per Covid, e si sia recato a Cura di Vetralla entrando in casa quando il bimbo era da solo.

Sotto choc l’intera cittadina dove il bambino viveva e frequentava la quinta elementare. “E’ con profondo dolore che apprendiamo la notizia dell’uccisione di un nostro piccolo concittadino – ha scritto il sindaco Sandrino Aquilani sulla pagina Facebook del Comune – Mattias aveva solo 10 anni ed ha trovato inspiegabilmente la morte. Una vicenda che ci lascia attoniti e sconvolti, e che in questo momento di inumana comprensione, in attesa che la giustizia terrena faccia il suo corso, ci deve portare alla riflessione, al raccoglimento e alla preghiera”.

Nella notte è arrivata conferma che il padre di Mattias è in stato di arresto.
In accordo con il Procuratore di Viterbo, Mirko Tomkov è in stato di arresto sotto custodia dei carabinieri per l’omicidio del figlio.
Attualmente è piantonato all’ospedale Belcolle.

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: Giallo a Perugia: mamma posa figlio morto sul nastro della cassa in supermercato

» leggi anche: Il dramma di Cecilia. La mamma 22enne si è impiccata dopo aver ucciso il figlio

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

  1. Oltre agli psicotici nostrani (ne abbiamo a bizzeffe) dobbiamo sobbarcarci anche gli stranieri che ammazzano moglie, figli e tutti quelli che gli capitano a tiro. Basta !!!

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Mobbing e lavoro. Quando il mobbing è «illusione». Perché promesse di vari avvocati sono spesso «processualmente» irrealizzabili

Questo breve articolo non ha come scopo quello di citare giurisprudenza complessa o iniziare discorsi astratti e bizantini sul mobbing che non servono ad altro che a tediare il lettore nella migliore delle ipotesi o a creare false aspettative nella peggiore....

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

A Venezia siamo scortesi? Gravissima protesta di una ragazza arrivata a detestare i veneziani

Venezia ospita fra i 23 e i 25 milioni di visitatori all’anno. A questi vanno sommati i "gitanti giornalieri" (con treno e auto) e poi i circa 3 milioni l'anno di cosiddetti «falsi escursionisti» (chi pur visitando la città pernotta...

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Tornelli a Venezia nel 2022 perché quest’anno è invasione di turisti

Venezia quest'anno sta subendo una vera e propria invasione di turisti, tornati in massa come e più del 2019, per questo dal 2022 arriveranno i "tornelli". La misura è stata annunciata dal sindaco, assieme alla prenotazione e ad una 'app'....